rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Economia

Hager/Bocchiotti di Arenzano: sindacati in stato di agitazione

La multinazionale tedesca ha riferito di voler internalizzare le lavorazioni che da 30 anni ha sempre esternalizzato, salvo poi tornare sui suoi passi

Il 21 ottobre scorso la Hager/Bocchiotti, multinazionale tedesca, ha comunicato a Filt Cgil – Fit Cisl – Uiltrasporti la volontà di internalizzare le lavorazioni che da 30 anni ha sempre esternalizzato a Cooperative e nell’ultimo periodo ad una società del Gruppo Adecco Spa.

Le organizzazioni sindacali "si erano quasi illuse che finalmente questi lavoratori sarebbero diventati dipendenti diretti del committente Bocchiotti/Hager, ma purtroppo l’illusione è velocemente svanita. Infatti la multinazionale tedesca ha espresso la volontà di non inserire nel proprio organico questi lavoratori, poiché era nelle sue intenzioni effettuare queste lavorazioni con personale in somministrazione, cercando di farlo passare come personale diretto" spiegano Marco Gallo, segretario Filt Cgil Genova, Mirko Filippi, segretario regionale Fit Cisl Liguria e Giovanni Ciaccio, segretario regionale Uiltrasporti Liguria (tutti e tre si occupano dei dipartimenti Logistica trasporto merci).

I sindacati ritengono che non sia tollerabile che le multinazionali straniere arrivino in Italia e pensino di "depredare il lavoro, beffeggiando i lavoratori e il sindacato, con dichiarazioni fasulle e finti trasferimenti che nascondono la volontà di liberarsi di lavoratori che ritengono troppo vecchi per operare nei loro siti, ma che sono troppo giovani per andare in pensione".

Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti hanno immediatamente effettuato un’assemblea con tutti i lavoratori e aperto lo stato di agitazione, con possibilità di sciopero alla prima azione unilaterale della società, trasferimenti o licenziamenti del personale che in alcuni casi opera sul cantiere Bocchiotti di Arenzano addirittura dal 1991.

"Saremo al fianco dei lavoratori per difendere il loro posto di lavoro nel luogo dove oggi stanno operando, senza nessun trasferimento al sito di Tortona, anche a costo di presidiare per una settimana intera l’appalto" concludono i rappresentanti dei sindacati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hager/Bocchiotti di Arenzano: sindacati in stato di agitazione

GenovaToday è in caricamento