Finmeccanica: Burlando, Doria e Fossati incontrano Passera

È positivo il primo commento dopo il rendez-vouz romano con il ministro dello sviluppo economico del commissario della Provincia Piero Fossati che ha incontrato Corrado Passera con il presidente Claudio Burlando e il sindaco Marco Doria

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Genova - Il dialogo tra il governo e le istituzioni locali di Genova e della Liguria «è aperto e proseguirà» sul futuro di Finmeccanica e del patrimonio produttivo, professionale e tecnologico delle sue aziende del settore civile, come Ansaldo Energia e Ansaldo Sts a rischio di cessione da parte del gruppo che intenderebbe anche accorpare quelle elettroniche come Selex Elsag.

È positivo il primo commento, dopo il rendez-vouz romano tra i vertici di Regione, Provincia e Comune di Genova con il ministro dello sviluppo economico, del commissario della Provincia Piero Fossati che ha incontrato Corrado Passera con il presidente Claudio Burlando e il sindaco Marco Doria. E il confronto delle istituzioni con il governo ha toccato tutto lo scenario industriale del territorio e le nuove infrastrutture. «Finora è andato tutto  molto bene – dice Piero Fossati – e con il ministro Passera, molto attento e disponibile, il confronto ha spaziato da Finmeccanica al Terzo Valico e al tunnel Rapallo – Fontanabuona e al suo collegamento con l’autostrada».

L’incertezza sul futuro delle eccellenze civili ed elettroniche di Finmeccanica suscita forti preoccupazioni tra i lavoratori e i sindacati che per chiedere di essere ascoltati dal governo come le istituzioni venerdì scorso hanno manifestato a Genova, incontrando poi il prefetto Musolino insieme ai vertici di Regione, Provincia e Comune che sulle aziende Finmeccanica continuano a parlare con una voce sola.

«Il fatto che i tre enti si siano presentati uniti – dice Piero Fossati - con una posizione chiara e condivisa a sostegno del patrimonio produttivo e dell’occupazione delle aziende Finmeccanica e di tutto il comparto industriale in un contesto complesso e difficile come l’attuale, è stato colto con favore e molto apprezzato anche dal ministro Passera».

Regione, Provincia e Comune di Genova avevano garantito il loro impegno affinché il Governo aprisse il dialogo anche con i sindacati e l’incontro con loro, ha assicurato il ministro Passera, ci sarà. «Su questo – dice Piero Fossati – il confronto è stato più laborioso, ma alla fine il ministro ha accolto la richiesta e incontrerà le organizzazioni sindacali a livello nazionale e l’ordine del giorno riguarderà tutte le prospettive e il futuro del settore industriale genovese e ligure».

Torna su
GenovaToday è in caricamento