menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fincantieri, sindacati: «Basta con i rinvii sul ribaltamento a mare»

Cgil, Cisl e Uil chiedono proprio a istituzioni e politica di svolgere il proprio ruolo, assumendosi le loro responsabilità e decidendo in fretta su una questione che non riguarda solo Fincantieri, ma tutta la città

Sono anni che tiene banco il tema del ribaltamento a mare per Fincantieri. Ma, nonostante le firme su accordi di vario tipo, poste dai diversi ministri e amministratori locali, l'opera non è mai decollata. Ora i sindacati (Cgil, Cisl e Uil) tornano a chiedere a gran voce una svolta e tempi certi.

«Purtroppo è un film già visto che ciclicamente si ripete e che rischia di avere conseguenze drammatiche - scrivono i sindacati in una nota -. Il ribaltamento a mare infatti non è un problema dei lavoratori di Fincantieri o della proprietà, è un tema che riguarda Genova e l'interesse nazionale nella costruzione di grandi navi da crociera. Senza il ribaltamento a mare il cantiere di Sestri non potrà ricevere le future commesse per le nuove navi richieste dal mercato e ciò metterà fortemente a rischio lavoro e occupazione».

«Istituzioni e politica - proseguono i segretari Igor Magni, Marco Granara e Mario Ghini - hanno l'obbligo di amministrare la città con politiche, che devono trovare la corretta sintesi fra sostenibilità e sviluppo per tutelare e far crescere tutte le realtà industriali e produttive del territorio, solo così si può garantire un futuro alla città».

Per questo motivo Cgil, Cisl e Uil chiedono proprio a questi soggetti di svolgere il proprio ruolo, assumendosi le loro responsabilità e decidendo in fretta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Crollo cimitero Camogli, il cronoprogramma dei lavori

  • Coronavirus

    Covid, in Liguria 248 nuovi positivi, 11 nuovi ospedalizzati

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento