rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Economia

Fincantieri: sì unanime dei lavoratori al nuovo piano

L'accordo firmato da azienda, Fim, Fiom e Uilm piace ai lavoratori. Prosegue l'attività produttiva nel cantiere di Sestri Ponente

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Questa mattina si è svolta presso la Fincantieri di Sestri Ponente a Genova l’assemblea del personale organizzata dalla rappresentanza sindacale unitaria. Al centro dell’incontro il verbale di intesa raggiunto nella serata di ieri tra azienda, rsu aziendali, organizzazioni sindacali di categoria e Confindustria Genova.

L’assemblea si è espressa a favore dell’accordo all’unanimità. La dura vertenza, che in questi ultimi mesi ha subito una accelerazione dovuta al rischio reale di cessare l’attività produttiva del cantiere entro il prossimo mese di marzo, ha trovato un primo punto di sintesi nell’intesa faticosamente raggiunta con il sopraccitato accordo: a fronte di una richiesta iniziale di 370 esuberi strutturali, l’accordo prevede la mobilità volontaria per 60 dipendenti e la continuità produttiva del cantiere attraverso il nuovo ruolo di “polo cantieristico polifunzionale”.

Gli esuberi strutturali, ostacolo sul quale si è inasprita la discussione, sono stati identificati dall’azienda come eccedenze che, allo stato dei carichi di lavoro, sono di 330 unità, situazione che verrà gestita, nell’ambito di quanto previsto dagli accordi di CIGS vigenti (cassa integrazione straordinaria) senza che ciò dia origine ad esodi definitivi, se non sulla base del criterio della non opposizione, ossia su base volontaria del dipendente.

Per Franco Grondona Segretario Generale Fiom Cgil Genova «questa vertenza si è presentata da subito molto difficile perché il gruppo, a più riprese, ha cercato di ridimensionare, per non dire chiudere, lo storico cantiere di Sestri Ponente. Con l’accordo di oggi otteniamo un grande risultato ossia quello di far continuare a vivere il cantiere e con esso gli oltre 700 occupati – e conclude –. La nostra attenzione resta alta anche in relazione alle problematiche legate alle ditte d’appalto».

La situazione sul cantiere era stata portata nei mesi scorsi all’attenzione del Presidente della Repubblica e recentemente del ministro Corrado Passera, ottenendo grande solidarietà non solo a livello locale, ma anche nazionale. In allegato il testo dell’accordo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fincantieri: sì unanime dei lavoratori al nuovo piano

GenovaToday è in caricamento