menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fincantieri: riunione tecnica a Roma sul ribaltamento a mare

«Il ribaltamento a mare di Fincantieri è un'opera necessaria che ha accumulato ritardi di anni». Così l'assessore regionale Giacomo Giampedrone dopo la riunione tecnica che si è svolta a Roma

Si è svolto ieri mattina nella sede romana del ministero per lo Sviluppo Economico l'incontro sul ribaltamento a mare della Fincantieri di Sestri Ponente. Alla riunione ha partecipato, oltre a rappresentanti del ministero delle Infrastrutture, Autorità Portuale di Genova, Porto Petroli SpA, Comune e Fincantieri, anche l'assessore regionale alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone, che ha ribadito l'importanza dell'operazione e la piena collaborazione da parte della Regione Liguria.

«Il ribaltamento a mare di Fincantieri è un'opera necessaria che ha accumulato ritardi di anni - ha detto Giampedrone -. L'impegno della Giunta Toti si è manifestato da subito ed è servito a ottenere, a ottobre, il via libera da parte dalla Valutazione di Impatto Ambientale nazionale, senza il quale saremmo ancora al punto zero e il tavolo di oggi è proprio frutto dello sblocco di ottobre. Oggi non ci sono più scuse: ci auguriamo che il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici approvi quanto prima il progetto definitivo che potrà successivamente essere appaltato dall'Autorità Portuale e aggiudicato nel giro di 6/8 mesi».
 
Giampedrone ha inoltre sottolineato l'importanza della concomitanza di tempi tra la realizzazione dell'opera e il conferimento dei materiali di scavo provenienti dai cantieri del Terzo Valico, fiducioso che le norme in discussione da parte del ministero dell'Ambiente non interferiscano con i lavori in corso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Invasione di pappagallini, il Comune lancia censimento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento