menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fincantieri, il piano per Sestri non piace ai sindacati: il gruppo ha ordini per 1,8 miliardi

Fim, Fiom e Uilm non sembrano propense ad accettare una nuova commessa, che darebbe lavoro solo fino alla primavera 2013, in cambio di 370 esuberi. L'azienda rassicura: nessun licenziamento e va a costruire navi all'estero

Quando l'incontro fra Fincantieri e i rappresentanti sindacali di Fim, Fiom e Uilm non è ancora concluso nella sede di Confindustria di Genova, trapela la notizia della volontà comune dei sindacati di non firmare l'accordo proposto dall'azienda. Se da una parte si parla di una nave semisommergibile per il trasporto di blocchi e sezioni di navi da costruire a Sestri Ponente, dall'altra nello stabilimento rimarrebbero 370 esuberi, a cui si farebbe fronte con prepensionamenti, esodi incentivati e mobilità volontaria, ma non licenziamenti.

In queste ore l'Ansa ha fatto una stima degli ordini del gruppo Fincantieri. Questi ultimi ammontano a 1,8 miliardi di euro e riguardano sia navi bianche sia commesse per il settore militare. In particolare sono stati acquisiti ordini per la costruzione di due navi da crociera di grandi dimensioni per il Gruppo Carnival (una per il brand inglese P&O Cruises e una per il brand Costa Crociere) e di una nave da crociera extra-lusso di piccole dimensioni per l'armatore francese Compagnie du Ponant.

Nel settore militare Fincantieri ha segnalato l'acquisizione, attraverso la controllata Orizzonte Sistemi Navali, dell'ordine per la realizzazione di un'unità da sbarco e supporto logistico destinata alla Marina Nazionale della Repubblica Democratica e Popolare Algerina e, attraverso la controllata americana Fincantieri Marine Group, dell'ordine per la costruzione di un'ulteriore unità LCS (Littoral Combat Ship) per la US Navy e di altre 21 unità minori per la US Coast Guard.


Presso i cantieri americani poi saranno costruite anche le due navi ordinate da Tidewater, il più importante operatore al mondo nel settore dei servizi per l'industria offshore. Infine sono stati acquisiti ordini per 62 milioni di euro nel business riparazioni e trasformazioni e per 136 milioni di euro in quello dei sistemi e componenti (Ansa).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento