menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiera di Genova: il futuro della città si nasconde fra i padiglioni

Dopo il Salone Nautico dati positivi sulle presenze anche per "Tuttantico & Libridine", la mostra mercato della Fiera di Genova su libri rari e brocantage. Il sistema fieristico si conferma linfa vitale per questa città

Conclusione positiva per Tuttantico & Libridine, le mostre mercato dedicate al brocantage e ai libri introvabili che hanno caratterizzato il ponte di Ognissanti alla Fiera di Genova. E’ cresciuto del 30% il numero dei visitatori rispetto al 2010 con più di diecimila presenze.

Dopo i numeri roboanti del Salone Nautico, questi dati devono farci riflettere sull'importanza sempre maggiore che assume un sistema fieristico di qualità nel tessuto di una città moderna. In questa direzione Genova deve ancora muovere passi decisivi, ma le premesse sono ottime.

D'altronde negli anni '60 il Palasport e la Fiera nacquero con questi propositi, mai realizzati fino in fondo, anche a causa della crisi cittadina che ha declassato Genova da città fulcro del Paese a "nobile decaduta".

Auspicabile sarebbe un organo di coordinamento generale capace di riunire sotto la propria direzione il sistema fieristico ed eventi non riconducibili a Fiera di Genova s.p.a come ad esempio il Festival della Scienza che ha chiuso l'edizione 2011 con oltre 200mila visitatori. Un'unica regia capace di mantenersi da sola, sgravando le casse pubbliche (e in particolare la sezione Cultura ormai da anni dedicata solo al finaziamento di tre/quattro Festival cittadini) e "regalando" alla città visitatori, turisti, naviganti... insomma, numeri che portano vita e denaro alle strade genovesi.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento