menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A rischio la tradizionale Fiera del Libro

A causa dei lavori all'interno di galleria Mazzini, la tradizionale Fiera del Libro rischia di saltare. A meno che non vengano trovate sedi altgernative. Assolibro promette battaglia

Un appuntamento fisso per i Genovesi dal 1926. Due edizioni all'anno, una primaverile e l’altra avventizia. Nel 2015 l’appuntamento invernale con la Fiera del libro si sarebbe dovuta tenere, come di consueto, a partire dall’ultima settimana di novembre. Ma a causa di lavori di messa in sicurezza della volta di galleria Mazzini non avrà luogo. O almeno non si svolgerà nella sede abituale.

Motivi. Lo ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici e alle Manutenzioni Gianni Crivello: “Gli interventi di ristrutturazione allla galleria sono necessari e non possono essere rimandati. Non appena siamo venuti a conoscenza della necessità di restringere lo spazio che avrebbe dovuto essere occupato dalle bancarelle, abbiamo tempestivamente avvertito gli organizzatori”.

Organizzatori. Pronta la replica di Alberto Scotto di Assolibro, che prepara la manifestazione “Ci sono colleghi che hanno già fatto acquisti molto onerosi in prospettiva di vendere per Natale. Dobbiamo trovare una soluzione con il Comune, anche se in così poco tempo è difficile individuare nel centro di Genova spazi coperti e disponibili”.

Sedi alternative. Il Comune si sta adoperando per trovare una sistemazione che consenta lo svolgimento della manifestazione. Possibili sedi? La Borsa Merci nella Loggia di Banchi, che però non è sufficientemente capiente per ospitare tutti gli espositori; uno spazio all’esterno attorno al monumento di Garibaldi in piazza De Ferrari, che però esporrebbe le bancarelle alle intemperie; la Borsa Valori di piazza De Ferrari; alcuni spazi al Porto Antico.

Rischi. La triste verità é che i tempi sono stretti. Mancano pochi giorni all’inizio del programmato evento. Il rischio è che Genova debba rinunciare ad uno dei suoi appuntamenti più classici. Che gli espositori, in tempi già di crisi, stiano andando incontro ad un ulteriore danno per mancato guadagno. E che gli amanti della lettura e del profumo del cartaceo, già fortemente scossi dall’avvento del digitale, stiano per perdere un altro dei loro punti di riferimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caos autostrade: code anche in serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    TikTok sbarca in Liguria con la campagna #tiraccontolitalia

  • Costume e società

    Genova, quando i bambini andavano al mare con le "braghe redoggiae"

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento