menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Exact di Sestri Levante: 24 lavoratori in mobilità su 43 dipendenti

No a una riorganizzazione dell'Exact di Sestri Levante che passi attraverso una riduzione del costo del personale. Lo hanno detto a chiare lettere gli assessori al lavoro e allo sviluppo economico, Enrico Vesco e Renzo Guccinelli

Genova - No a una riorganizzazione dell'azienda che passi attraverso una riduzione del costo del personale. Lo hanno detto a chiare lettere gli assessori al lavoro e allo sviluppo economico, Enrico Vesco e Renzo Guccinelli nel corso dell'incontro che si è svolto oggi in Regione con i vertici della Exact, azienda di Sestri Levante specializzata in progettazione informatica che ha annunciato la messa in mobilità di 24 addetti su 43 dipendenti.

Alla riunione oltre ai rappresentanti regionali erano presenti l'amministratore delegato dell’azienda, Valerio Torda, il sindaco di Sestri Levante, Andrea Lavarello e l'assessore alle politiche sociali, Valentina Ghio, le organizzazioni sindacali e la Rsu dell'azienda.

Dopo un lungo confronto con la proprietà che ha giustificato il piano di riorganizzazione con le perdite di fatturato, gli assessori regionali, d'accordo con il Comune di Sestri Levante e le organizzazioni sindacali, hanno ribadito il loro no a qualsiasi ipotesi di tagli e si sono detti disponibili ad aprire un confronto per arrivare ad una revoca del procedura di mobilità.

«Serve un vero piano industriale – hanno detto Vesco e Guccinelli -  propedeutico al rilancio dell'azienda, perché è inaccettabile che il primo atto dopo l'acquisto della Exact da parte del gruppo Lattanzio sia la riduzione del personale, tenendo conto che la Exact è un'azienda molto radicata dalla metà degli anni '90 sul territorio con eccellenti professionalità da tutti riconosciute».

Vesco e Guccinelli si sono detti disponibili a mettere in atto eventuali percorsi di cassa integrazione, concordati nei modi e nei tempi con il ministero, e a incontrare nuovamente la proprietà, qualora l’esito della trattativa interna non producesse i risultati sperati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento