rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Economia

Ex Ilva, Fim Cisl: "Dall'azienda garanzie: non ci sarà la fermata totale di agosto"

La fermata totale di agosto non ci sarà: vale a dire che le ferie, per chi le ha prenotate, saranno rispettate. All'inizio invece erano state bloccate parlando di cassa integrazione

La manifestazione di lunedì 29 maggio dei lavoratori di Acciaierie d'Italia (ex Ilva) del sito di Genova è terminata con un incontro avuto d’urgenza presso la direzione aziendale. A partecipare, esponenti della Rsu, alcuni lavoratori e l’azienda sulla questione delle ferie estive programmate dai lavoratori e poi stoppate con la volontà di convertirle in cassa integrazione.

"L’azienda ci ha convocati - sottolineano i portavoce Fim Cisl Genova - e abbiamo ribadito che gli accordi vanno rispettati e che è avvenuto un atto grave e unilaterale sulla gestione delle ferie estive, di fatto bloccandole e minacciando la messa in cigs per una programmazione di una fermata ad agosto di tutti gli impianti, cosa mai successa in questi anni, che preoccupa tutti sul futuro della siderurgia".

Dopo il confronto di ieri, qualcosa è cambiato: "L’azienda - si legge in una nota - ha risposto alle nostre domande e possiamo dire con ufficialità che la fermata totale di agosto non ci sarà e che le ferie per chi le ha prenotate saranno rispettate e le altre ferie rimangono in attesa di un aumento di produzione, vista la partenza dell’AFO 2 a Taranto, il terzo in marcia e per programmare le fermate a rotazione degli impianti".

Adesso i lavoratori e i sindacati aspettano l'incontro con il governo richiesto per capire quali saranno le azioni concrete dello Stato per rilanciare la siderurgia e avere l’evidenza degli investimenti sito per sito. Mercoledì pomeriggio nuovo incontro con la responsabile delle relazioni sindacali Maria Piccirilli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Ilva, Fim Cisl: "Dall'azienda garanzie: non ci sarà la fermata totale di agosto"

GenovaToday è in caricamento