menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Doria visita Esaote e rassicura sul trasferimento agli Erzelli

Il sindaco Marco Doria, accompagnato dal vicesindaco Stefano Bernini, ha fatto visita ieri mattina, mercoledì 13 febbraio 2013, a Esaote, su invito della direzione aziendale

Genova - Il sindaco Marco Doria, accompagnato dal vicesindaco Stefano Bernini, ha fatto visita ieri mattina, mercoledì 13 febbraio 2013, a Esaote, su invito della direzione aziendale. È stato ricevuto dal presidente Carlo Castellano e dall'amministratore delegato Carlos Alonso. Nel corso della visita il sindaco ha incontrato anche la rappresentanza sindacali.

 

Doria ha seguito con interesse l'illustrazione della attività di produzione e di ricerca e ha visitato i laboratori. L'incontro si inquadra in una serie di appuntamenti che hanno portato e porteranno il sindaco in diverse aziende genovesi fondamentali per l'economia cittadina e nazionale.

I dirigenti Esaote hanno sottolineato l'importanza che l'azienda attribuisce al trasferimento della sede da via Siffredi al polo tecnologico di Erzelli, rimarcando l'intenzione e la necessità di accelerarne la realizzazione.

«Un tale progetto - ha osservato Marco Doria - può rafforzare significativamente il polo tecnologico al quale, come noto, l'amministrazione comunale attribuisce grande valore per lo sviluppo economico di Genova. Seguiremo perciò con la massima attenzione le procedure che Esaote ha intrapreso per realizzare il trasferimento ad Erzelli, guardando sia alle prospettive di questa impresa sia alle scelte di riassetto urbanistico del Ponente cittadino. È necessario - ha detto ancora il sindaco - che Esaote, nata a Genova e proiettata fortemente sui mercati internazionali, confermi e rafforzi a Genova il suo cuore produttivo e di innovazione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento