menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoro, cresce la disoccupazione in Liguria. Crolla quella femminile

Persi 14mila posti di lavoro da parte delle donne: dal 2014 a oggi gli occupati sono passati da 616.000 a 609.000

Con l’avvicinarsi della fine del 2016, arrivano ancora dati preoccupanti sull’occupazione in Liguria: i dati Istat del terzo trimestre 2016 dimostrano che rispetto allo stesso periodo dello scorso anno gli occupati sono diminuiti di 7mila unità, per un totale di 609mila persone regolarmente occupate contro le 616mila del 2014.

Un dato preoccupante non soltanto perché la diminuzione è stata registrata per il terzo trimestre di fila, ma anche perché a crollare è soprattutto l’occupazione femminile, con una perdita del lavoro per 14mila donne, una cifra che si somma alle 5mila del primo trimestre e alle 8mila del secondo.

Dato leggermente più positivo invece per l’occupazione maschile, che cresce di 7mila unità, ma la preoccupazione rimane: la disoccupazione in Liguria, come sottolinea la Cgil, cresce del 5,8 per cento, pari a 55 mila unità, contro l’1, 2 per cento della media nazionale e soprattutto del Nord Ovest dove la disoccupazione è in calo dell’1,8 per cento. 

«La contrazione degli occupati sta disegnando una Liguria sempre più piccola e il prezzo è pagato prevalentemente dalle donne - è il commento di Federico Vesign, segretario generale Cgil Liguria - La situazione è estremamente preoccupante e indica come sia giunto il momento di definire concrete strategie di politica industriale e di sviluppo economico, del quale, evidente oggi la Liguria continua ad essere sprovvista».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Vaccini covid, Astrazeneca per le persone tra 60 e 79 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento