rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Economia

Consumi di beni durevoli: +14% in Liguria nel 2021, oltre media nazionale

Genova è la settima provincia in Italia per reddito più elevato (25.187 euro, +5%), un po' più basso della media italiana (5,7%)

Nel 2021 in Liguria sono stati spesi quasi 2 miliardi di euro in beni durevoli (1 miliardo e 933 milioni), il 14% in più rispetto all'anno precedente, meglio della media nazionale (+13,6%). I dati evidenziano, inoltre, un incremento del reddito pro-capite dei liguri (23.003) del 5%, un po' più basso della media italiana (5,7%) e del Nord-Ovest (5,6%). Le famiglie della regione hanno speso mediamente circa 2.552 euro (+15,1%), con La Spezia prima che ha toccato 2.619 euro per nucleo, seguita da Genova (2.574), Savona (2.540) e Imperia (2.415).

Genova è la settima provincia in Italia per reddito più elevato (25.187 euro, +5%) seguita a distanza da Savona (21.531, +5,3%), La Spezia (20.477, +4,9%) e in coda Imperia con 18.917 euro di media, in crescita del 5% rispetto al 2020. Tra le province liguri, Genova (+16%) ha mostrato il maggiore aumento della spesa per i durevoli; seguono La Spezia, Savona (rispettivamente +14,6% e 14,5%) e Imperia (+12,8%) che registra invece una dinamica meno vivace della media nazionale.

Nell'ultimo anno i genovesi hanno speso 1 miliardo e 67 milioni di euro in beni durevoli, il 14,7% in più rispetto al 2020 (oltre la media nazionale, +13,6%). Positivo lo slancio dato dal segmento 'auto nuove' (+9,5% per 219 milioni di euro di spesa in totale), e ancor di più da quello delle auto usate (+14% con 270 milioni). Il capoluogo ligure è la quarta città italiana per spesa in motoveicoli (78 milioni, cresciuti del 17,4% nel 2021).

Nel comparto casa le famiglie genovesi hanno speso mediamente 519 euro a nucleo per acquistare mobili (215 milioni complessivi, +20,7%), per gli elettrodomestici 190 a famiglia (79 milioni, + 15,1%) e hanno impiegato 50 milioni in totale per dotarsi di nuove Tv o Hi-Fi (elettronica di consumo), il 43,8% in più sul 2020. Il volume di spesa della telefonia è aumentato del 7% (113 milioni), così come quello dell'information technology con acquisti per 43 milioni di euro in totale.

"La crescita della spesa in beni durevoli in Liguria - commenta Claudio Bardazzi, responsabile dell’Osservatorio Findomestic - è stata più sostenuta sia rispetto alla media italiana che del Nord Ovest (+12,9%) grazie al contributo positivo di tutti i comparti: nella mobilità il segmento dell'auto è cresciuto a ritmi più elevati rispetto alla media italiana: +7,3% rispetto a +6,5% (413 milioni in totale) per il nuovo, +13,5% (488 milioni) per l'usato (rispetto a 12,7%), mentre per i motoveicoli sono stati impiegati 132 milioni di euro (+19,8% vs +23,6%). Tra i beni della casa solo gli elettrodomestici (+15,1%, 138 milioni) e la telefonia (+6,6%, 207 milioni) crescono meno della media nazionale, mentre elettronica di consumo (+44,1% per 87 milioni), mobili (+20,4%, 392 milioni) e information technology (+6,6%, 76 milioni) superano il dato complessivo di incremento".

Fonte: Osservatorio dei Consumi Findomestic, in collaborazione con Prometeia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consumi di beni durevoli: +14% in Liguria nel 2021, oltre media nazionale

GenovaToday è in caricamento