Crollo ponte Morandi, nuovo bando per aiutare le piccole imprese

Tursi ha messo a disposizione un plafond da 430mila euro: tutte le imprese che contano su meno di 10 dipendenti e un fatturato non superiore a 2 milioni di euro potranno presentare domanda

Nuovo bando del Comune di Genova per aiutare le microimprese messe in crisi dal crollo del ponte Morandi.

Tursi ha messo a disposizione un plafond da 430mila euro: tutte le imprese che contano su meno di 10 dipendenti e un fatturato non superiore a 2 milioni di euro potranno presentare domanda per i contributi dalle 16 di lunedì 7 sino a giovedì 31 ottobre.

Rispetto al bando precedente, due le novità principali: l’ampliamento dell’area interessata, che ora va da piazza Pallavicini a via Paolo Reti (in precedenza erano comprese solo via Fillak, via Capello, via Salinero e via del Campasso) e la tipologia delle imprese ammesse, che potranno essere anche operatori a sede fissa dei mercati di merci varie (in questo caso, il mercato merci varie di Certosa e quello di Via Anzani).

Crollo ponte Morandi, contributi alle imprese: come chiederli

La cifra messa a disposizione dall'amministrazione comunale, attraverso un bando pubblico a sportello, è di 434.544 euro.

L'aiuto economico del bando non potrà superare, per la singola attività, i 6.000 euro per le microimprese e una cifra tra i 600 e i 1.000 euro (a seconda dei giorni di presenza sui mercato) per gli operatori dei mercati merci varie.

Nel caso in cui le imprese siano beneficiarie dei contributi riconosciuti dall’articolo 4 del cd Decreto Genova, tale contributo verrà detratto dai 6.000 euro.

Le microimprese dovranno essere in possesso dei requisiti di partecipazione previsti dal bando consultabile sul sito istituzionale del Comune di Genova e scaricabile all’indirizzo https://smart.comune.genova.it/ - sezione “Amministrazione” – “Bandi di gara” (settore “commercio”) dalle ore 16 di lunedì 7 ottobre. 

Ulteriori informazioni sulle modalità di compilazione della domanda di partecipazione saranno a disposizione sul sito del Comune di Genova: www.comune.genova.it, o telefonando al numero 010-5573702, Direzione Sviluppo del Commercio.

«Abbiamo voluto coinvolgere, con questa edizione del bando, non solo una zona territorialmente più ampia della precedente, ma anche una tipologia di commercianti in precedenza esclusa, quella degli operatori dei mercati, categoria che merita la nostra attenzione - ha detto l’assessore al Commercio e Artigianato del Comune di Genova, Paola Bordilli - Un altro atto importante della pubblica amministrazione che vuole sostenere le imprese."

«Questo bando - ha aggiunto l’assessore al Bilancio, Pietro Piciocchi - dimostra l’attenzione che il Comune di Genova vuole continuare ad avere nei confronti delle persone che vivono nella zona ferita dal crollo del ponte e che sappiamo continuano a soffrire situazioni di disagio. Un’iniziativa che si aggiunge ad altre che abbiamo assunto e che si riconduce ad una gestione dei fondi ricevuti attraverso le donazioni, condotta con la massima trasparenza dall’amministrazione comunale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Sos freddo al parco canile Dogsville: come aiutare

  • Peggioramento in arrivo: l'allerta meteo diventa arancione

  • Razzismo contro bimbo disabile sul bus: «Me lo potete togliere?»

  • Scuole superiori: le migliori di Genova secondo la Fondazione Agnelli

Torna su
GenovaToday è in caricamento