rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Economia

Crisi dell'artigianato, perse 146 imprese

Saldo negativo a Genova nel 2017 meno 0,6%. Gli imprenditori chiedono facilitazioni per l'accesso al credito e meno tasse

Non accenna a smettere la crisi del settore artigianato in Liguria anche se Imperia e Genova soffrono generalmente meno. Nel 2017 nel capoluogo hanno chiuso 146 imprese con un saldo negativo dello 0,6%. Durante l'ultimo anno hanno abbassato le saracinesche 1542 imprese e le hanno alzate 1396, il totale delle microimprese è di 22.578.

«Non si ferma l’emorragia di microimprese nella nostra regione, una flessione che resta purtroppo una costante del settore artigiano –commenta Giancarlo Grasso, presidente di Confartigianato Liguria – nonostante siano riduzioni minori del 2016 e migliori del dato nazionale. La soluzione per fermarla è sempre la stessa: ridurre la tassazione troppo elevata, semplificare la vita ai nostri imprenditori e aiutarli nell’accesso al credito».

Scendendo ancor più nel dettaglio, il manifatturiero genovese (3.762 imprese artigiane, 197 aperture e 234 chiusure) chiude in negativo di un
punto percentuale, mentre le costruzioni (10.711 realtà, 691 aperture e 772 chiusure) flettono dello 0,7%.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi dell'artigianato, perse 146 imprese

GenovaToday è in caricamento