menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pilota di droni, l'università attiva un nuovo corso

L'Università degli Studi di Genova è la prima in Italia ad aver attivato un corso per pilota di droni. Il 20 marzo 2015 partiranno le lezioni tenute da istruttori certificati dell'Aero Club di Casale Monferrato

Pilotare i droni conseguendo la certificazione ENAC e poter essere anche un volontario specializzato nelle riprese aeree della Protezione Civile. Questi sono i due obiettivi che hanno portato l'Associazione Nazionale degli Alpini A.N.A. – Dipartimento Protezione Civile e l'Università degli Studi di Genova – DIBRIS (Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi) a co-organizzare presso il Campus Universitario di Savona il primo corso specifico di certificazione per piloti droni in ambito di Protezione Civile.

 

Tale iniziativa, la prima sul territorio nazionale in una università statale, sarà indirizzata a un primo gruppo di volontari e studenti universitari provenienti da Liguria, Piemonte, Lombardia e Veneto, e sarà svolta grazie alla disponibilità dell'Aero Club di Casale Monferrato – scuola abilitata ENAC.

Il 20 marzo 2015 partiranno le lezioni tenute da istruttori certificati dell'Aero Club di Casale Monferrato, che sono però anche professionisti operanti dentro al nostro Campus. Questa opportunità, unita alla posizione logistica di Savona e la presenza dei ricercatori UNIGE e della Fondazione CIMA, permetterà di integrare l'esperienza dei volontari di Protezione Civile con gli studenti del Campus, al fine di fornire non solo la certificazione di piloti SAPR (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto, il termine legale con cui si identificano i droni) ma anche promuovere la cultura del volontariato civile in ausilio della Protezione Civile.

«L'iniziativa è collegata a un progetto di ricerca – spiega Gianni Vercelli – che prevede la costituzione di Squadre Droni della Protezione Civile, con compiti di “Search & Rescue”, cioè la ricerca dei dispersi in aree montane e il monitoraggio aereo di zone a rischio in caso di eventi di tipo alluvionale. A tale impegnativo progetto, coordinato dal DIBRIS – Università di Genova, collaborano l’A.N.A.- Dipartimento Protezione Civile, il Comune di Fossano (CN), il CNIT, l'Università di Trieste e la Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia, e, grazie al patrocinio del Comando delle Truppe Alpine, vedrà coinvolti nella formazione anche alcuni militari-volontari del Primo Reggimento Artiglieria da montagna, lo stesso che intervenne durante gli ultimi eventi alluvionali a Genova e in Liguria».

Il corso sarà svolto da istruttori abilitati ENAC dell'AeroClub di Casale Monferrato, e i costi di docenza saranno a carico dell'ANA e del DIBRIS. La selezione dei partecipanti (10-12 max.) è coordinata dall'Università di Genova (DIBRIS), e verrà data prioritariamente opportunità a studenti universitari del Campus e volontari dell'ANA.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caos autostrade: code anche in serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    TikTok sbarca in Liguria con la campagna #tiraccontolitalia

  • Costume e società

    Genova, quando i bambini andavano al mare con le "braghe redoggiae"

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento