menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disoccupati over 24, dalla Regione 266 percorsi formativi

Oltre 14 milioni di euro dal Fondo sociale europeo 2014-2020 per la formazione di più quattromila disoccupati e cassintegrati in tutta la Liguria

Le risorse del Fondo sociale europeo 2014-2020 per favorire l'occupazione e il reinserimento di disoccupati di lunga data. La Giunta ha individuato, tra quelli presentati dagli enti di formazione, i progetti di formazione più credibili e rispondenti ai criteri del bando avviato ad agosto.

Ammontano a 14,7 milioni di euro i fondi stanziati per avviare 266 percorsi formativi che coinvolgeranno 4.244 allievi su tutto il territorio. A beneficiarne disoccupati over 24, occupati in cassaintegrazione o in aziende in crisi, disoccupati e occupati over 55 che abbiano bisogno di accrescere le loro competenze.

«Obiettivo del bando - spiega l'assessore alla Formazione, Ilaria Cavo - contrastare la disoccupazione di lunga durata, favorire l'inserimento e il reinserimento lavorativo, innalzare il livello delle competenze per rafforzare l'occupabilità, ridurre i tempi di reingresso sul mercato del lavoro, salvaguardare il lavoro delle persone a rischio di disoccupazione".

Una particolare attenzione è stata posta nell'individuare i settori d'intervento: non solo quelli che garantiscono maggiore possibilità di occupazione, come la ristorazione e il commercio, ma anche quelli che necessitano di specializzazioni specifiche, come l'energia, le nuove tecnologie, l'ambiente, la logistica, il marittimo, e quelli che in passato hanno avuto minore attenzione, come il turismo e la cultura.

Ma la novità più importante del bando è rappresentata dall'inserimento di una clausola legata alla garanzia di una formazione mirata all'effettiva occupazione: «in questo bando è stata prevista una premialità per quegli enti che garantivano l'occupazione dopo i corsi, per cui non è importante soltanto la qualità della formazione ma anche la chance per un ragazzo che partecipa a questi corsi di trovare un lavoro - spiega l'assessore - l'occupabilità che ci è stata garantita è di oltre il 50%, quindi più di 2000 ragazzi hanno garantita l'occupabilità».

Compito della Regione, monitorare che le promesse vengano mantenute: «monitoreremo, nell'elargizione delle risorse - che non sarà fatta in una sola tranche - seguiremo lo sviluppo e il fatto che chi ha garantito un certo livello di occupazione, lo mantenga». In sostanza, «solo dalla reale occupazione degli allievi dipenderà la liquidazione integrale delle risorse».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento