Tornano i corsi di arte antica al museo Diocesano

La calligrafia, la pittura a tempera e la miniatura sono tecniche artistiche medievali, che da anni vengono riscoperte e insegnate nel cuore del centro storico genovese, a pochi passi dal Duomo, nella suggestiva cornice del suo Chiostro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

La calligrafia, la pittura a tempera e la miniatura sono tecniche artistiche medievali, che da anni vengono riscoperte e insegnate nel cuore del centro storico genovese, a pochi passi dal Duomo, nella suggestiva cornice del suo Chiostro.

Usando gli stessi strumenti e i medesimi materiali di una volta, tutti - anche coloro che non hanno una specifica preparazione artistica - potranno riscoprire un mondo artistico affascinante e suggestivo, in dialogo con le opere del Museo Diocesano che con quelle tecniche sono state realizzate: un'attività rilassante e gratificante sulle tracce di antichi maestri d'arte.

Docente dei corsi di pittura è la Maestra d'Arte Francesca Cristini - www.francescacristini.com -, che, nata come acquarellista, coltiva per passione da più di un decennio lo studio e la riproposizione delle tecniche pittoriche medievali con attenzione filologica. L'arte della "bella scrittura" è invece insegnata dal dott. Yuri Zanelli, ricostruttore appassionato di questa disciplina.

Ecco i corsi attivi per l'anno 2013-2014:

Pittura a tempera

Come procedeva Giotto per creare i suoi capolavori? La tecnica ci è stata tramandata da un testo di un suo allievo che riporta, come in un manuale, ogni passaggio necessario a realizzare una pittura su tavola. Dalla creazione dei decori a rilievo alla stesura dei colori mischiati con uovo, dalla trasposizione del disegno a carbone fino all'applicazione della foglia d'oro: passo dopo passo, si procederà a realizzare la riproduzione di un dipinto antico conservato nel Museo, con le stesse modalità e strumenti dei pittori di allora.

In 12 lezioni.

Preziosi cofanetti

Nel Medioevo non si dipingevano solo le grandi pale d'altare: con la stessa tecnica, infatti, venivano abbelliti anche oggetti d'uso comune, per rendere più colorata e preziosa la vita di ogni giorno. Nel corso si procederà a decorare un cofanetto di legno con tecniche e disegni medievali.

In 12 lezioni.

Calligrafia

Come si scriveva un tempo, prima dell'invenzione della stampa? Compilare libri richiedeva allora una stesura accurata, con la quale si producevano testi preziosi. Durante il corso si imparerà l'utilizzo di calami, penne d'oca e pergamene, per scrivere antichi alfabeti. In particolare, il primo corso verterà sulla calligrafia "gotica", detta anche "textura quadrata", che prende il nome dalle lettere ravvicinate che danno l'aspetto di una stretta trama di tessuto, il "textum", da cui deriva appunto la parola "testo".

In 3 lezioni.

Auguri di Natale

Con penne d'oca e inchiostri colorati, prepariamo raffinati ed originali biglietti d'auguri giocando con caratteri e linee: un pensiero da incorniciare!

In 3 lezioni.

Miniatura

Nel Medioevo, i testi più preziosi venivano decorati con raffinate illustrazioni, che prendono il nome di "miniature". Il libro era infatti all'epoca un bene di lusso prodotto secondo alcuni metodi che ci sono stati tramandati nei secoli da antichi manuali. Prendendo spunto dai codici rinascimentali del Museo Diocesano, si realizzerà la riproduzione di una miniatura quattrocentesca con i medesimi materiali di un tempo, tra cui pergamena, bianco d'uovo e pigmenti in polvere.

In 12 lezioni.

Artisti medievali: percorso autonomo

Per gli allievi che abbiano già seguito i corsi negli anni passati, è possibile usufruire della sala d'arte del Museo per elaborare nuove opere, procedendo in autonomia sulla base degli insegnamenti ricevuti e utilizzando gli strumenti e i materiali a disposizione.

Con tessere da 3 o 6 incontri

I più letti
Torna su
GenovaToday è in caricamento