menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Coop Liguria Startup", selezionati i 30 progetti finalisti

Come previsto dal bando, il Comitato di Valutazione ha già individuato 30 progetti che hanno superato la prima fase della selezione. I  settori imprenditoriali più rappresentati sono cultura, turismo e servizi alle imprese, seguiti da agroalimentare, ambiente e socio-sanitario

Ottimi risultati per "Coop Liguria Startup", il bando per la creazione di nuove imprese cooperative promosso da Coop Liguria in occasione del suo settantesimo anniversario, in collaborazione con  Legacoop Liguria e con il progetto "Coopstartup" di Coopfond.

Il bando, promosso a partire da aprile 2015, si è chiuso lo scorso 31 luglio, e sono stati presentati 91 progetti in tutto.

Inoltre, contando anche coloro che non hanno portato a termine l’iscrizione, oppure che sono stati  esclusi perché non hanno rispettato tutti i criteri del bando, i progetti presentati sono risultati oltre 200, segno che i giovani liguri sono pieni di idee e hanno voglia di mettersi alla prova. 

Quello che manca, spesso, sono le opportunità.

Proprio per questo, il bando - che complessivamente ha stanziato 200 mila euro, oltre a un consistente pacchetto di finanziamenti agevolati e di tutoraggio con esperti, per i primi tre anni di attività - si è rivolto in particolare a gruppi di giovani con meno di 40 anni, oppure a cooperative costituite da meno di un anno, sempre con una prevalenza di soci under 40.

I 91 progetti iscritti sono stati presentati da un totale di 350 giovani, in gran parte laureati, provenienti in prevalenza dalla provincia di Genova, seguita da quelle di Savona e La Spezia. I progetti presentati da gruppi sono stati 86, 5 invece quelli presentati da cooperative già costituite.

I  settori imprenditoriali più rappresentati sono cultura, turismo e servizi alle imprese, seguiti da agroalimentare, ambiente e socio-sanitario

Come previsto dal bando, il Comitato di Valutazione, composto da professionisti di altissimo profilo (Enrico Giunchiglia, Pro-Rettore e Professore ordinario presso il Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dell’Università di Genova; Manuela Arata, Presidente del Festival della Scienza; Nicoletta Buratti, Professore associato presso il Dipartimento di Economia dell’Università di Genova; Salvatore Majorana, Direttore Technology Transfer dell'Istituto Italiano di Tecnologia-IIT; Francesco Berardini, Presidente di Coop Liguria) ha già individuato 30 progetti che hanno superato la prima fase della selezione.

Nella valutazione dei progetti, si è tenuto conto del valore dell’idea (qualità della proposta e beneficio per la collettività in termini economici e sociali), ma anche della sua originalità rispetto al territorio di riferimento e al mercato; delle esperienze personali e professionali e delle competenze specifiche dei membri del team, specie se coerenti con la proposta; della capacità dell’iniziativa di produrre nuovi posti di lavoro, anche in una prospettiva di medio-lungo periodo; della validità della proposta in relazione ai temi proposti dal bando: valorizzazione del territorio e dei servizi alle imprese, tutela della salute e sicurezza alimentare. 

A gennaio 2016, il Comitato di valutazione sceglierà fino a 10 progetti, che si aggiudicheranno i contributi messi a disposizione dal bando: 15mila euro da Coop Liguria, tramite prestito non oneroso da trasformare in donazione, a fronte di un andamento della cooperativa coerente con il piano imprenditoriale; 5mila euro da Coopfond (solo per le cooperative di nuova costituzione); possibilità di accedere a un finanziamento pari a un massimo del 50% degli investimenti, nell’ambito del sostegno alle imprese cooperative previsto da Coopfond. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento