rotate-mobile
Economia Piazza Fulcieri Paulucci de Calboli

Centrale del latte: la protesta dei lavoratori arriva in Regione

I lavoratori della centrale del latte di Fegino hanno fatto irruzione in consiglio regionale nella giornata dell'incontro fra istituzioni liguri, sindacati e Parmalat. Doria e Burlando hanno ribadito il loro 'no' a un nuovo centro commerciale

Genova - Con uno striscione recante una scritta molto significativa si sono presentati oggi, martedì 9 ottobre 2102, in consiglio regionale per richiamare l'attenzione sulla loro situazione. Sono i lavoratori della centrale del latte di Fegino, ufficialmente chiusa da venerdì 5 ottobre.

Lo striscione esposto recitava 195: per l'azienda sono cifre, per Genova sono famiglie. Sulla stessa linea il sindaco Marco Doria «Parmalat sta seguendo interessi da gruppo immobiliare non da gruppo industriale». In giornata le istituzioni liguri hanno ribadito ai vertici Parmalat la contrarietà a una riconversione di Fegino.


Per scongiurare eventuali ipotesi di insediamento commerciale nell'area industriale della ex centrale del latte, il consiglio regionale ha approvato una delibera che sospende per due mesi le richieste per nuovi centri commerciali, decisione necessaria per adeguarsi agli standard imposti dall'Unione Europea.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centrale del latte: la protesta dei lavoratori arriva in Regione

GenovaToday è in caricamento