Economia

Carrefour, cede i propri market ai dipendenti: 150 lavoratori a rischio

Entro il 2022 si prevede la cessione a piccoli imprenditori di 17 supermercati in Liguria

Su 106 punti vendita che Carrefour ha annunciato di vendere a livello nazionale, 17 sono in Liguria.

Per l’azienda, il passaggio dei punti vendita da diretti a franchising “non avrà alcun impatto occupazionale per i dipendenti trasferiti”, mentre per i sindacati le conseguenze di questa mossa potrebbe avere ripercussioni su circa 150 lavoratori: "La Liguria è sempre stata lo zoccolo duro dei diretti in quanto è la regione più performante con il 50% dell'utile Express Italia", spiega in una nota Fabio Piccini, responsabile settore commercio Filcams Cgil Genova.  

"Negli ultimi anni l'azienda non ha più investito e riteniamo ci sia un disegno ben preciso che di fatto tende, sul modello Conad, verso un franchising spinto - continua Piccini - Mentre Carrefour continua a parlare di sviluppo, nel frattempo continua a cedere punti vendita e a dare incentivi per abbassare il numero di dipendenti a suo carico".

Al momento non ci sarebbero famiglie a rischio licenziamento, dunque, ma perdita di tutele: "Quando si parla di franchising si deve avere chiara una cosa: parliamo di imprenditori troppo spesso non strutturati per garantire tranquillità ai lavoratori che mantengono il posto di lavoro ma perdono come prima cosa il contratto integrativo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carrefour, cede i propri market ai dipendenti: 150 lavoratori a rischio

GenovaToday è in caricamento