rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Economia

Banca Carige, rifiutata l'offerta di acquisto di Bper

Bper aveva annunciato un’offerta per acquisire l’88,3% dell’istituto ligure al prezzo di 1 euro per azione. Tre le condizioni poste dalla banca emiliana anche la ricapitalizzazione preventiva di Banca Carige per 1 miliardo di euro

Il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che ha il controllo di Banca Carige, aveva annunciato una riunione nella giornata di giovedì 16 dicembre per valutare le opzioni per il futuro di Banca Carige. Tra le varie ipotesi sul tavolo, quella più apprezzata dal fondo interbancario ma anche dal Governo, era l’aggregazione della banca genovese ad un altro istituto di credito più solido, per superare definitivamente le difficoltà finanziarie degli ultimi anni.

Sul tavolo di Fidt c’era una proposta della banca modenese Bper per l’acquisto della maggioranza delle azioni di Carige. La proposta non vincolante riguardava  l'acquisto dell’88,3% dell’istituto ligure, di cui l’8,3% in mano a Cassa Centrale Banca, al prezzo di 1 euro ad azione, e successivamente lanciare un’opa per il resto del capitale.

La condizione che però ha fatto, almeno per il momento, saltare la trattativa è stata la richiesta di una ricapitalizzazione di Banca Carige per un miliardo di euro prima della cessione delle quote.

Soldi che avrebbero dovuto versare il Fondo Interbancario, ovvero tutte le banche italiane, oltre che gli altri azionisti di minoranza dell’istituto. Nel corso della riunione che si è tenuta a Roma, è emersa un ampio schieramento di posizioni contrarie alla proposta di Bper, valutata poco dettagliata e non particolarmente conveniente.

Inoltre la governance del Fondo Interbancario deve ora rispettare una nuova norma dello statuto che limita gli interventi di sostegno preventivi da parte di altri istituti. Una disposizione inserita proprio dopo gli interventi di salvataggio di Carige e Popolare di Bari. La cessione di Carige si potrà concretizzare solo in presenza di condizioni più chiare e vantaggiose per gli azionisti e i risparmiatori.

Il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi ha giudicato la manifestazione di interesse di Bper Banca per Banca Carige “con termini e condizioni da approfondire” e le cifre della ricapitalizzazione richiesta per la banca ligure “non risultano conformi alle previsioni statutarie relative agli interventi del tipo in questione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banca Carige, rifiutata l'offerta di acquisto di Bper

GenovaToday è in caricamento