Carige, il giorno di Malacalza all'ombra del fondo Apollo e del processo a Berneschi

Giorno decisivo per l'istituto bancario genovese, con l'ex presidente, imputato per associazione a delinquere, a testimoniare in tribunale e mille azionisti riuniti per eleggere il nuovo Cda

«Cinquanta anni di banca e mi trovo qui»: così Giovanni Berneschi, ex presidente di Carige, ha esordito davanti al primo collegio della sezione Penale del tribunale di Genova, dove si è presentato questa mattina per la prima udienza del processo che lo vede imputato per le accuse di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e al riciclaggio.

Berneschi, imputato insieme con altre sette persone, si è sottoposto all’interrogatorio del pm Silvio Franz, ripercorrendo la sua carriera in Carige e illustrando nei dettagli le principali operazioni finanziarie oggetto d’inchiesta. E mentre l’ex presidente rispondeva alle domande, al Porto Antico iniziava l’assemblea dei soci della banca, con la nomina del nuovo Cda presieduto da Giuseppe Tesauro, con Vittorio Malacalza nel ruoli di vice.

Quasi mille i soci riuniti nella sala Maestrale dei Magazzini del Cotone, con l’ombra dell’offerta di acquisto avanzata dal Fondo Apollo ad agitare ulteriormente gli animi dopo una chiusura in perdita: se, infatti, il fondo americano rilevasse i crediti in sofferenza e aumentasse il capitale riservato, come da proposta, il ruolo dello stesso Malacalza, primo azionista con il 17,6% delle quote, sarebbe a rischio, così come l’attaccamento al territorio dell’istituto bancario. Ed è proprio su questo che dovrà deliberare il nuovo Cda come prima azione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Banca Carige è un patrimonio della Liguria, e un bene che dobbiamo tenerci stretto – è stato il commento dell governatore, della Liguria, Giovanni Toti – Se la compra Apollo, il giorno dopo li chiamerò per chiedergli cosa vogliono fare con la nostra banca, come avevo fatto con Malacalza».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Derubato tre volte in una notte, l'ultimo ladro lo abbraccia per 'consolarlo'

  • Autostrade, concluse le ispezioni nelle gallerie; diventano gratis 150 km

  • Lite fra sorelle, la polizia scopre piante di marijuana nell'orto

  • Investita mentre attraversa la strada, grave anche il conducente dello scooter

  • Incidente in corso Europa, grave un motociclista

  • Ponte di Genova: poche ore all'inaugurazione, con la pioggia in agguato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento