menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carige, fine del commissariamento; cedute 600 quote di Banca d'Italia

I commissari Pietro Modiano, Fabio Innocenzi e Raffaele Lener in un video messaggio hanno rassicurato i dipendenti sulle condizioni dell'istituto

L'assemblea degli azionisti riunita oggi a Genova ha votato il nuovo cda di Banca Carige. Il nuovo presidente del consiglio di amministrazione è Vincenzo Calandra, Francesco Guido nuovo amministratore delegato, indicati nella lista numero 1 di Fitd insieme ai consiglieri Angelo Barbarulo (vicepresidente), Sabrina Bruno, Lucia Calvosa, Paola Demartini, Miro Fiordi, Guidiana Giusti e Francesco Micheli. Nella lista 2, invece, è stato eletto come consigliere Leopoldo Scarpa.

Ieri i commissari Pietro Modiano, Fabio Innocenzi e Raffaele Lener si sono congedati e hanno rassicurato i dipendenti sulle condizioni dell'istituto, a pochi mesi dall'avvio del piano di salvataggio. «La banca ora ha capitale ed ha abbattuto i rischi. Ha azionisti forti di sistema che - dicono in un videomessaggio - si sono affiancati ai tanti azionisti storici di Carige. Manca l'ultimo pezzo, difficile ma bello: il ritorno alla crescita e alla redditività».

Oggi si insedia il nuovo cda e la banca torna alla gestione ordinaria. «Il passaggio di testimone a Francesco Guido, Vincenzo Calandra e gli altri consiglieri è, questa volta, in piena continuità. Il loro obiettivo sarà questo: accelerare il piano, accelerare il progetto di riprendervi il futuro. Noi da domani lasceremo la squadra di Carige, non saremo più in campo ma ci sposteremo di poco. Andremo in tribuna, sugli spalti e saremo i vostri primi tifosi», assicurano i commissari.

Nel frattempo, in linea con quanto previsto dal piano strategico (cessione delle quote di Banca d’Italia in eccesso rispetto alla partecipazione del 3% fruttifera di dividendi), Banca Carige ha ceduto 600 quote di partecipazione al capitale della Banca d'Italia del valore nominale di 25mila euro ciascuna a Banca San Giorgio Quinto Valle Agno a un prezzo pari al valore nominale complessivo di 15 milioni di euro, coincidente con il costo storico. Dopo questa cessione, pari allo 0,2% del capitale della Banca d'Italia, il Gruppo Carige detiene ancora 10.495 quote, pari al 3,5%.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento