menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crisi covid, tornano i bonus assunzioni per il turismo: sino a 4.500 euro a lavoratore

L’iniziativa dello scorso anno è stata replicata per il 2021, insieme con un pacchetto di misure con cui la Regione spera di far ripartire la regione

Sino a 4.500 euro a lavoratore per chi assume in ambito turistico: la Regione proroga i bandi per le assunzioni legati al turismo, un’iniziativa già messa in atto lo scorso anno con lo scoppiare della pandemia per supportare un settore messo in ginocchio dal coronavirus.

I destinatari del bando sono i lavoratori in disoccupazione (per l’articolo 19 del decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 150), o i lavoratori con reddito da lavoro dipendente o autonomo corrispondente a un’imposta lorda pari o inferiore alle detrazioni spettanti ai sensi dell’articolo 13 del testo unico delle imposte sui redditi, ossia 8.145 euro in caso di lavoro subordinato e parasubordinato e 4.800 euro in caso di lavoro autonomo.

A beneficiarne sono le imprese che al momento della presentazione della domanda abbiano proceduto all’assunzione di lavoratori in un’unità operativa in Liguria in qualità di dipendenti, o all’assunzione di soci lavoratori dipendenti di cooperative e loro consorzi. Nelle categorie rientrano gran parte delle attività che operano nel turismo, dagli alberghi agli ostelli passando bar, ristoranti, gelaterie e agenzie viaggio.

«In Liguria ci stiamo già preparando per ripartire con aiuti concreti per i cittadini - ha annunciato il presidente della Regione, Giovanni Toti - tornano i bonus assunzionali per il settore turistico, fino a 4500 euro a lavoratore, abbiamo previsto nuovi bandi per operatori sociosanitari sanitari e donne che hanno perso il lavoro, misure mirate per i giovani disoccupati e per le famiglie restano in campo bonus baby sitter, badanti e voucher per i centri estivi. Nonostante tutto, non abbiamo smesso di costruire il futuro ed è quello che ci aspettiamo anche dal Governo: è il momento di riprogrammare le riaperture dei prossimi mesi, solo così il Paese sarà pronto a ripartire dove il virus lo consentirà».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Invasione di pappagallini, il Comune lancia censimento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento