Riqualificazione / Bolzaneto / Via Anton Pavlovic Cechov

Begato, affidati i lavori di recupero alloggi dell'ex diga bianca: avvio cantiere a ottobre

Il presidente della Regione Toti: "Nuova vita per il quartiere, operazione unica a livello nazionale"

Arte Genova, ente strumentale della Regione Liguria, ha affidato alla ditta Costruzioni edili marittime autostradali Srl (sede legale in Chiavari) i lavori di recupero e riqualificazione energetica degli alloggi dell’ex diga Bianca di Begato in via Cechov 11. L'apertura delle buste si è tenuta giovedì 31 agosto dopo tutte le verifiche del caso. Diciotto le proposte pervenute, tra le quali quella dell’azienda che è poi risultata aggiudicataria.

L’intervento in oggetto, il cui cantiere partirà nel mese di ottobre, prevede che i 37 alloggi rimasti vengano trasformati in 55 alloggi ad alta efficienza energetica con un'opera del valore complessivo di 4 milioni e 270mila euro, suddivisa in due lotti per due anni di lavori. Entro il mese di ottobre verrà inoltre pubblicata la gara per la rigenerazione e la riqualificazione del quartiere Diamante, finanziata con 15 milioni di euro stanziati da Regione Liguria tramite il Programma innovativo nazionale sulla qualità dell’abitare.

"Niente più isolamento sociale e degrado per Begato - afferma il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti -. Erano queste le premesse del progetto di rigenerazione urbana del quartiere genovese da troppo tempo simbolo di incuria, che grazie a un puntuale intervento di Regione Liguria potrà rinascere guardando anche al recupero della socialità. Ancora una volta, i fatti dimostrano l’efficacia di un modo di lavorare concreto e sinergico. La 'nuova' Begato potrà contare su nuovi spazi sicuri di aggregazione culturale, associazionismo, sport e ambiente. Sarà l’esempio di una buona pratica che ci auspichiamo possa fare da apripista anche a livello nazionale".

"Con questi lavori per il recupero degli alloggi, la prossima pubblicazione della gara per la rigenerazione con le risorse del Pinqua e l'opera già realizzata nell’ex diga Bianca, Begato cambierà definitivamente volto, diventando un quartiere con abitazioni e servizi di qualità - dichiara l’assessore regionale all’Urbanistica Marco Scajola -. In particolare, con i nuovi alloggi che verranno costruiti, si entrerà nella cosiddetta fase tre del più ampio progetto denominato 'Restart Begato', una rigenerazione urbana unica nel suo genere a livello nazionale, iniziata con l’abbattimento delle dighe e giunta al fondamentale passaggio odierno. Quest’ultima fase ci porterà a superare un modello di residenzialità che aveva mostrato tutti i suoi limiti proiettandoci in un’area completamente nuova, riqualificata, appetibile e non più degradata".

Il progetto Pinqua porterà invece alla costruzione di tre nuove palazzine ad alta efficienza energetica, per un totale di 60 nuovi appartamenti di cui 20 di edilizia residenziale sociale e 40 di edilizia residenziale pubblica che avranno una superficie media di 60 metri quadri. Verrà inoltre ristrutturata la casetta ambientale, luogo di aggregazione sociale e creati nuovi percorsi nel verde. È inoltre prevista la realizzazione di un’area di sosta panoramica, un teatro all’aperto sul basamento della vecchia ‘diga rossa’, una nuova casa della Cultura, un centro per le associazioni del quartiere e infine una piazza e una nuova stazione dei Carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Begato, affidati i lavori di recupero alloggi dell'ex diga bianca: avvio cantiere a ottobre
GenovaToday è in caricamento