Economia

Angelo Bagnasco, la riflessione: "Il calo demografico è un suicidio"

Il cardinale ha parlato del problema del calo demografico che colpisce l'Italia da anni: "anche gli immigrati oggi fanno meno figli, hanno fatto presto ad assorbire una certa mentalità"

"Il calo demografico è un suicidio". L'arcivescovo Angelo Bagnasco, presidente della Cei, è lapidario nell'intervento al convegno su 'Il Cambiamento demografico. Rapporto proposta sul futuro dell'Italià sul tema della famiglia".

Il cardinale ha sottolineato che ormai "anche gli immigrati oggi fanno meno figli e contribuiscono al calo demografico italiano. Purtroppo hanno fatto presto ad assorbire una certa mentalità, una scala di valori e di aspettative diverse”.

“Anche nei paesi dove le politiche a sostegno della famiglia sono buone c’é stato un calo demografico – ha detto il presidente della Cei – perché il problema di fondo è culturale oltre che economico. La politica deve come sempre aiutare veramente la famiglia ma le persone devono credere fortemente nella vita. I figli cambiano la vita ai genitori, il modo di pensare ma non bisogna parlare di sacrifici, piuttosto dell’ arricchimento che porta il pensare con il noi invece che solo con l’io”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Angelo Bagnasco, la riflessione: "Il calo demografico è un suicidio"

GenovaToday è in caricamento