menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genova seconda città d'Italia dove costa di più fare la spesa

Dopo Aosta, Genova è la città meno competitiva per fare la spesa, perché i prezzi sono livellati verso l'alto dalla mancanza di concorrenza

Dopo Aosta, Genova è la città meno competitiva per fare la spesa, perché i prezzi sono livellati verso l'alto dalla mancanza di concorrenza. A Genova la spesa media è di 6.380 l'anno, poco meno di Aosta dove si spendono 6.440 euro. La spesa media di una famiglia italiana è pari a 6.320 euro all'anno (fonte: Istat) ma scegliendo con attenzione il punto vendita in cui fare la spesa si può arrivare a risparmiare fino a più di 1.500 euro all'anno. Ovunque tranne a Genova e Aosta.

È quanto emerge dall'inchiesta 'La spesa che non pesa' (clicca sul link per scaricare il testo completo) di Altroconsumo in 922 punti vendita di 67 città.

Più di un milione di prezzi analizzati
Altroconsumo ha messo a confronto oltre un milione di prezzi rilevati in lungo e in largo per la Penisola e ha stilato diverse classifiche, che riproducono diversi comportamenti di spesa degli italiani. Sono cinque le insegne più convenienti d'Italia in base al tipo di spesa: scopri quali sono, scarica l'inchiesta completa.

Ogni famiglia risparmia a modo suo
Secondo i dati Istat, mediamente una famiglia italiana spende ogni anno per i propri consumi quasi 30mila euro. Di questa somma, 6.320 euro (poco più del 20%) vengono spesi al supermercato. Il costo della spesa è pari a un quinto della bilancia familiare indipendentemente dal numero di bocche da sfamare: un single o una coppia con figli. A cambiare ovviamente è la spesa totale a fine anno. L'autorevole istituto statistico, dunque, ci dice quanto consuma una famiglia media italiana, ma non quanto ogni diversa tipologia di famiglia può risparmiare facendo la spesa al meglio. Per esempio una coppia con due figli secondo l'Istat sostiene in media un budget annuo di 39 mila euro. Di questi 8.600 euro sono spesi al supermercato, ma secondo l'inchiesta di Altroconsumo potrebbero diventare meno di seimila euro comprando prodotti a marchio commerciale. Andando al discount quella stessa spesa costerebbe meno di quattromila euro.

Il discount dimezza il costo della spesa
Supermercato, ipermercato o discount, la differenza di prezzi si sente indipendentemente dal tipo di famiglia che fa la spesa: il risparmio è garantito sempre. Anche un single che fa una spesa parsimoniosa rispetto a una famiglia numerosa, risparmia in media quasi il 50% all'anno se sceglie un negozio discount invece della spesa di marca. Il risparmio è forte (attorno al 30%) anche per chi abbandona i prodotti griffati per quelli che riportano il marchio della catena. Qualunque sia il nucleo familiare, dunque, il risparmio che si può ottenere sulla spesa di tutti i giorni è sempre di migliaia di euro all'anno. Andare nel posto giusto decisamente conviene, anche se annienta il rapporto confidenziale fra alimentari sotto casa e cliente, senza contare la qualità dei prodotti, paramentro difficile da quantificare.

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento