Rana pescatrice alla marinara: la ricetta della tradizione ligure

Funghi, acciughe, aglio, prezzemolo e vino bianco sono i segreti di questa prelibatezza

  • Categoria

    Secondo
  • Difficoltà

    Facile
  • Tempo

    30 minuti
  • Dosi

    4 persone
  • una rana pescatrice (circa 1 kg)
  • uno spicchio d'aglio
  • un ciuffo di prezzemolo
  • due acciughe salate
  • pochi funghi secchi
  • un bicchiere di vino bianco secco 
  • olio extravergine d'oliva
  • sale
  • pepe

Procedimento

Innanzitutto dobbiamo pulire, lavare, spellare il pesce e tagliarlo a fette, mettendo da parte il fegato.

Togliamo la lisca alle acciughe e facciamole sciogliere nell'olio caldo, in padella, e aggiungiamo un trito di aglio, prezzemolo, funghi e il fegato del pesce.

Irroriamo col vino e sistemiamo in padella le fette di pesce. Allunghiamo il sughetto con poca acqua, saliamo e cuociamo per circa 15 minuti. Aggiungiamo sale e pepe quanto basta.

La ricetta

La rana pescatrice (detta anche boldrò o coda di rospo) è un pesce dall'aspetto molto particolare, dalle carni magre e dal sapore prelibato.

Con la forma appiattita, la testa massiccia e la bocca larga, è una specie dalle abitudini solitarie, che passa la maggior parte del tempo infossata sul fondo usando un "ciuffetto" che sporge dalla pinna dorsale come se fosse una canna da pesca.

È ottimo cucinato alla marinara, come in questa ricetta tipica ligure.

La rana pescatrice (detta anche boldrò o coda di rospo) è un pesce dall'aspetto molto particolare, dalle carni magre e dal sapore prelibato.

Con la forma appiattita, la testa massiccia e la bocca larga, è una specie dalle abitudini solitarie, che passa la maggior parte del tempo infossata sul fondo usando un "ciuffetto" che sporge dalla pinna dorsale come se fosse una canna da pesca.

È ottimo cucinato alla marinara, come in questa ricetta tipica ligure.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rana pescatrice alla marinara: la ricetta della tradizione ligure

GenovaToday è in caricamento