Gallette del marinaio, la ricetta tipica ligure per prepararle in casa

Un vero must per piatti come il cappon magro

  • Categoria

    Antipasto
  • Difficoltà

    Facile
  • Tempo

    1 ora
  • Dosi

    5 persone
  • 300 grammi di farina 00
  • 50 grammi di farina di mais
  • 200 grammi di semola di grano duro
  • 15 grammi di lievito
  • 150-170 ml di acqua
  • 15 grammi di sale
  • 100 ml d'olio

Procedimento

Mettiamo gli ingredienti in una ciotola e mischiamoli bene. Aggiungiamo poi l'acqua (non fredda, a temperatura ambiente o tiepida) e facciamo una "palla" da impasto. 

Lasciamola riposare 20 minuti coperta da un canovaccio asciutto. 

Tiriamola poi in una sfoglia tra i 3 e i 5 mm di spessore. 

Bucherelliamola con una forchetta, poi prendiamo un coppapasta di 4 cm di diametro (va bene anche un bicchiere) e facciamo le forme. Dovrebbero venire tra 25 e 30 gallette.

Mettiamo in forno (che abbiamo preriscaldato a 200 gradi) e cuociamo almeno 10 minuti comunque fino a quando le gallette non saranno lievemente dorate in superficie.

Se le vogliamo usare per il cappon magro, dobbiamo inumidirle in un vassoio basso con 65 ml di aceto e 125 ml d'acqua.

La ricetta

Le gallette del marinaio sono una tra le preparazioni più antiche della Liguria e di Genova. Perché si chiamano così? Perché dure e resistenti erano il pasto che i marinai si portavano in viaggio, da ammorbidire con varie zuppe e preparazioni, tra cui spicca il cappon magro.

Le gallette del marinaio sono una tra le preparazioni più antiche della Liguria e di Genova. Perché si chiamano così? Perché dure e resistenti erano il pasto che i marinai si portavano in viaggio, da ammorbidire con varie zuppe e preparazioni, tra cui spicca il cappon magro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gallette del marinaio, la ricetta tipica ligure per prepararle in casa

GenovaToday è in caricamento