Baccalà alla "campanassa": l'antica ricetta con mortaio e pestello

Patate e noci accompagnano il baccalà in questa deliziosa ricetta ligure

  • Categoria

    Secondo
  • Difficoltà

    Facile
  • Tempo

    1 ora
  • Dosi

    4 persone
  • 500 grammi di baccalà già bagnato
  • 4 patate
  • 1 spicchio d'aglio
  • maggioranta
  • 1 bicchiere di latte
  • 20 gherigli di noci
  • fette di pane tostato
  • sale

Procedimento

Iniziamo lessando le patate, sbucciandole e trattandole con il passaverdure, in modo da ottenere una purea.

Puliamo, spelliamo e dislischiamo il baccalà; dopodiché, lessiamolo.

Tagliamo a pezzi il baccalà, e iniziamo a pestarlo nel mortaio, aggiungendo poco per volta tutti gli altri ingredienti.

Il nostro scopo è ottenere una delicata purea, che diluiremo con un po' di latte.

Friggiamo o tostiamo le fette di pane, e serviamole in un piatto, accanto (oppure sotto) al baccalà.

La ricetta

In questa ricetta della tradizione ligure, il baccalà - ridotto a purea - è accompagnato da patate, noci ed erbe. Si dice "a campanassa" perché il "rintocco" della campana è rappresentato dal pestello che batte contro il mortaio.

In questa ricetta della tradizione ligure, il baccalà - ridotto a purea - è accompagnato da patate, noci ed erbe. Si dice "a campanassa" perché il "rintocco" della campana è rappresentato dal pestello che batte contro il mortaio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baccalà alla "campanassa": l'antica ricetta con mortaio e pestello

GenovaToday è in caricamento