Amaretti di Gavenola

Una dolcezza tipica della Liguria

  • Tempo

    40 minuti
  • Dosi

    4 persone
  • 250 g di zucchero
  • 2 chiare d'uovo
  • 50 g di armelline
  • 100 g di mandorle dolci, burro, farina.

Procedimento

Spellare e seccare in forno le mandorle e le armelline e tritarle finemente nel mortaio oppure nel mixer. Lavorare con il mestolo le chiare d'uovo insieme allo zucchero per circa mezz'ora. Aggiungere le mandorle e le armelline sino ad ottenere un impasto piuttosto sodo. Se il composto risultasse troppo duro, aggiungervi dell'altro albume montato a neve; al contrario, se fosse troppo liquido versarvi altro zucchero, senza però esagerare. Formare delle pallottole, delle dimensioni di una piccola noce, da disporre su una teglia ben unta e spolverizzata di farina. Fare attenzione a lasciare un po' di spazio tra un dolcetto e l'altro perché durante la cottura si allargano e gonfiano. Cuocere per breve tempo a fuoco medio basso.

La ricetta

Non si può conoscere la Liguria senza aver mai sentito parlare dei tipici amaretti di Sassello, con quel sapore dolceamaro che ha conquistato l'Italia. Meno famosi, ma comunque squisiti, sono gli amaretti di Gavenola, tipici del ponente ligure. Ecco come prepararli in casa, con la ricetta di AgriLiguriaNet.

Non si può conoscere la Liguria senza aver mai sentito parlare dei tipici amaretti di Sassello, con quel sapore dolceamaro che ha conquistato l'Italia. Meno famosi, ma comunque squisiti, sono gli amaretti di Gavenola, tipici del ponente ligure. Ecco come prepararli in casa, con la ricetta di AgriLiguriaNet.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amaretti di Gavenola

GenovaToday è in caricamento