menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Wow!" chiude i battenti dopo soli dieci mesi di attività

Il science center del Porto Antico, voluto da Riccardo Garrone, cede il passo alla crisi dopo aver fatto registrare solamente 40 mila visitatori

La crisi miete un'altra vittima. Questa volta il ramo ad essere colpito è quello della cultura. "Wow!", il science center del Porto Antico, dopo soli dieci mesi di attività ha infatti chiuso i battenti. Il museo interattivo, fortemente voluto da Riccardo Garrone e a lui dedicato, nell'arco di questo tempo ha saputo attirare 40 mila visitatori (dei quali solo 32 mila paganti), numeri che non sono bastati per proseguire. 

I motivi di quello che si può definire un mezzo flop sono molteplici: da una proposta di format da rivisitare in base alla richiesta dei visitatori fino alla tendenza delle scuole di limitare al massimo le uscite delle classi, le cosiddette gite, reputate troppo onerose e qualvolta superflue da parte dei genitori. Dinamiche che hanno portato alla chiusura del centro circa un mese fa, sulle vetrine dell'entrata campeggia un foglio con scritto che "il centro è chiuso per motivi tecnici e riaprirà non appena possibile". 

Non è infatti da escludere che la società costituita nel 2013 per dare vita al progetto, la "Science Expo Center Genova Srl", in primavera voglia riprovarci, magari formulando una nuova proposta di divertimento intelligente e divulgativo in base alle esigenze dei visitatori. Nei mesi di attività il centro aveva allestito una mostra sul cervello umano ("Brain") e una sui misteri degli abissi dell'oceano. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, focolaio all'ospedale Galliera

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento