Waterfront, Bucci: «Dispiaciuto per i francesi, ma andiamo avanti»

Il sindaco annuncia assegnazioni a lotti per portare avanti il progetto di riqualificazione, partendo dal Palasport

«Ci dispiace che EM2C non faccia parte del gioco, ci speravamo, ma può succedere e noi andiamo avanti»: così il sindaco Marco Bucci ha commentato la notizia dell’uscita di scena del gruppo francese specializzato in recupero immobiliare dal progetto Waterfront.

Il progetto, donato alla città da Renzo Piano per cambiare il volto del fronte mare, ha superato la prima fase della gara di Spim e Comune, ma la seconda fase ha subito una battuta d’arresto quando il gruppo francese ha fatto improvvisamente retromarcia: troppo alti i costi. E così, il sindaco e la commissione di gara hanno dovuto cambiare strategia: non più un lotto unico, ma tanti lotti singoli da assegnare sempre con gara par assicurarsi quantomeno la partenza dei lavori per il Waterfront.

«Abbiamo un sacco di piani di riserva - hai confermato Bucci - Alla luce di quello che è successo andremo avanti per lotti, stiamo già lavorando alla procedura di gara andata allo step numero tre, mi aspetto che si possa velocemente firmare i contratti per un pezzo, e poi dopo pensare a un’altra gara per altro pezzo. I francesi li abbiamo incontrati oggi, non è escluso che possano partecipare a una nuova gara che riguarderà un solo lotto, ma in generale le cose vanno avanti bene, sono positivo». Bucci ha annunciato che l’idea è di partire con la riqualificazione del Palasport, e di procedere poi via via per l’intero quartiere fieristico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Lo spettacolo della Corsica dalla Liguria: miraggio o realtà?

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • La risposta ligure alle scarpe della Lidl? Ci pensa il comico Andrea Di Marco con il Movimento Estremista Ligure

Torna su
GenovaToday è in caricamento