rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca Voltri

Ponte imbrattato a Voltri, l'ira di Barbazza: "Ripulito con risorse pubbliche che avremmo voluto usare per il territorio"

Anche tanti adesivi a coprire la segnaletica: per il presidente del Municipio Ponente "sarebbe bello vedere gli stessi tifosi che, organizzati attraverso i vari club operanti nel Municipio Ponente, provvedano ad asportarli"

Adesivi, scritte e pittura per supportare la propria squadra del cuore, peccato che vadano a sporcare cartelli, indicazioni stradali, muri, edifici, ponti e scalinate. Recentemente, anche il parapetto del ponte sul Leira a Voltri è stato totalmente imbrattato con i colori della Samp. 

Il Municipio Ponente ripulisce, ma il presidente Guido Barbazza non nasconde la sua rabbia: "Da anni, purtroppo, si assiste ad atti vandalici di supposti tifosi e simpatizzanti di squadre di calcio cittadine. Pur nella più grande simpatia verso lo sport praticato e vissuto, è venuto il tempo di dire basta a queste espressioni di inciviltà che arrecano ulteriore degrado, oltremodo sgradito specie nel momento in cui i cittadini si aspettano, invece, maggior pulizia e decoro. Il parapetto sul ponte del Leira è stato riverniciato dall'area tecnica del Municipio, che ringrazio, con dissipazione di risorse pubbliche che avremmo voluto impiegare più utilmente in favore del territorio".

Ma non mancano neppure numerosi adesivi attaccati alla segnaletica: "Per chi non lo sapesse, o non ci avesse pensato a sufficienza, imbrattare segnali stradali, impedendone la visibilità e la comprensione, oltre a compromettere la sicurezza di conducenti, passeggeri e passanti, è reato penale, secondo l’articolo 639 del Codice penale, oltre ad essere atto illecito secondo l’articolo 2043 del Codice civile. In entrambi i casi il responsabile, una volta identificato, viene condannato al risarcimento del danno".

Dall’analisi approfondita degli adesivi, anche attraverso le tipografie, anche online, è possibile risalire al committente: "Sarebbe bello - conclude Barbazza - non essere obbligati a ricorrere a tali mezzi e vedere gli stessi tifosi che, organizzati attraverso i vari club operanti nel Municipio Ponente, provvedano ad asportare gli adesivi da cartelli, segnali, insegne. Sarebbe una grande prova di civiltà e responsabilità, a ristabilire una immagine offuscata da comportamenti illeciti di pochi inqualificabili ma che infangano la tifoseria tutta".

Della questione degli adesivi che coprono la segnaletica e i cartelli se ne è occupato di recente anche il consigliere comunale di Vince Genova Paolo Gozzi con una mozione per "chiedere un piano dettagliato e drastico di rimozioni, ma anche per sollecitare l’intensificazione di controlli mirati e l’inasprimento di sanzioni congrue".

Le foto degli adesivi pubblicate su Facebook dal presidente Barbazza:

Adesivi che coprono cartelli nel Municipio Ponente - Foto Fb Guido Barbazza 2

Adesivi che coprono cartelli nel Municipio Ponente - Foto Fb Guido Barbazza

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte imbrattato a Voltri, l'ira di Barbazza: "Ripulito con risorse pubbliche che avremmo voluto usare per il territorio"

GenovaToday è in caricamento