Cronaca Voltri / Via Gaspare Buffa

Voltri: siringhe nell'area giochi, mamme sul piede di guerra

Sempre più genitori segnalano la presenza di aghi usati nei giardini di via Buffa. Il Municipio: «Interverremo, ma ci servono più vigili»

Siringhe nell'area giochi - foto Facebook @Sei di voltri se...

L’ultimo ritrovamento proprio mercoledì mattina, alcune siringhe usate abbandonate vicino allo scivolo dell’area giochi sotto via Buffa, a Voltri. Il giorno precedente un intero pacco ancora intonso, insieme con altre usate, era invece stato notate da alcune mamme direttamente all’interno di uno dei giochi. E nel quartiere sale l’allarme per un fenomeno sempre più frequente, non soltanto indice di degrado, ma anche pericoloso.

«Ci porto mia figlia tutti i giorni», è uno dei tanti commenti allarmati condivisi sui social, dove i voltresi, soprattutto genitori e nonni, spesso si confrontano su temi legati al quartiere. E quello delle siringhe usate sta diventando sempre più dibattuto: l’area giochi di via Buffa è una delle poche a misura di bambino rimaste nel quartiere, ma se di giorno è un luogo di ritrovo per famiglie, durante la notte sembra trasformarsi in un rifugio per tossicodipendenti.

Parecchie le segnalazioni già arrivate alla polizia Municipale: «È molto importante che in presenza di situazioni particolari le segnalazioni vengano rivolte al Municipio - è la replica di Matteo Frulio, consigliere alle Manutenzioni e alla Sicurezza del Municipio Ponente - A dicembre avevamo ricevuto una raccolta firma di mamme che chiedevano una serie di interventi nei giardini e ci eravamo arrivati con Amiu per maggiori controlli sulle deiezioni canine. A inizio luglio abbiamo in previsione di rifare la pavimentazione dei giardini e la manutenzione del verde per renderli più accessibili».

Il problema dei controlli, soprattutto di sera, però resta: «Ne siamo consapevoli - ammette Frulio- La necessità primaria, presentata anche in Commissione a Tursi, è quella di avere più agenti della Municipale: ne abbiamo un terzo di quelli che ha il centro storico nonostante l’estensione del Municipio Ponente. È necessaria una presenza più numerosa, e che una parte delle nuove assunzioni vengano destinate alla nostra zona. I controlli al momento sono concentrati sulle spiagge per evitare il fenomeno delle tendopoli che negli scorsi anni è diventato dilagante, ma vorremmo potenziarli anche per i giardini Piccardo e quelli di via Segneri. Difficile però farlo con 42 vigili distribuiti tra Voltri, Pra’ e Pegli».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voltri: siringhe nell'area giochi, mamme sul piede di guerra

GenovaToday è in caricamento