rotate-mobile
Cronaca

Aereo urta stormo di uccelli: atterraggio di emergenza al Cristoforo Colombo

Un velivolo della Ita Airways è partito dal Cristoforo Colombo intorno alle 7 del mattino alla volta di Roma, ma poco dopo il decollo ha dovuto fare rientro a Genova per problemi al motore a causa dell'urto con dei volatili

Il volo AZ1380 della compagnia Ita Airways decollato alle 7,20 dall'aeroporto di Cristoforo Colombo di Genova e diretto a Roma Fiumicino ha dovuto compiere un atterraggio di emergenza dopo aver urtato dei volatili in fase di decollo.

Attimi di paura tra gli 80 passeggeri imbarcati sull'Airbus A320, della compagnia di bandiera italiana, diretto alla Capitale. Il velivolo, subito dopo aver lasciato la superficie dello scalo genovese, ha urtato un volatile con il motore destro, probabilmente un gabbiano, che volava sopra la pista.

Il pilota ha immediatamente avviato le procedure di emergenza previste per il cosiddetto "birdstrike", ovvero l'urto con stormi di uccelli, che prevedono l'immediato ritorno del velivolo all'aeroporto di partenza per verificare l'eventuale presenza di danni ai motori e la loro entità.

Il volo Ita Airways è rientrato al Cristoforo Colombo alle 7,30 dopo aver effettuato un breve volo circolare sopra le acque davanti all'aeroporto di Sestri Ponente, tra i passeggeri attimi di ansia e apprensione, ma il comandante è riuscito a condurre il velivolo a terra senza particolari problemi. 

Le autorità aeroportuali hanno immediatamente attivato le procedure di intervento previste in casi analoghi, con il dispiegamento dei mezzi e del personale di soccorso a scopo cautelativo. Poco dopo l'atterraggio i passeggeri sono stati sbarcati. L’aeromobile è stato poi parcheggiato sul piazzale dell’aeroporto in attesa di verifiche tecniche da parte della compagnia aerea. 

A causa dell'incidente sono stati dirottati anche alcuni voli in arrivo allo scalo genovese, tra cui un volo Volotea proveniente dalla Sardegna e un aereo in arrivo da Vienna.

Lo stand up comedian savonese Daniele Raco, che si trovava sul volo diretto in Sardegna per uno spettacolo, ha raccontato la sua esperienza in un post sulla sua pagina Facebook: "Un gabbiano nel motore, scoppi ripetuti, panico, il motore che viene spento e l’aereo che rientra a Genova".

Il comico ha poi ringraziato il personale della compagnia aerea per l'assistenza ricevuta: "Ultima cosa, troppo spesso ci lamentiamo degli altri, stamattina le persone di Ita Airways sono state semplicemente eccezionali".

Il fenomeno del "birdstrike", ovvero l'impatto tra un aeromobile e uno stormo di uccelli, è un problema comune a molti aeroporti italiani, tra i quali lo scalo genovese, dove capita che siano presenti stormi di gabbiani sulle piste di atterraggio e decollo.

Aeroporto di Genova ha fatto sapere, attraverso una nota stampa, che lo scalo "dispone di mezzi tecnici, procedure e personale specificamente addestrato per garantire le operazioni di volo in piena sicurezza nonostante la presenza occasionale di volatili, caratteristica comune a tutti gli scali aerei siti in prossimità della costa. Sulla pista vengono svolte ripetute ispezioni 24 ore su 24 per verificare l’eventuale presenza di volatili e nel caso allontanarli. L’ultima ispezione prima del decollo del volo AZ1380 è avvenuta alle ore 7.13".

L'autorità aeroportuale ha poi aggiunto: "L’infrastruttura e il personale aeroportuale sono inoltre dotati di impianti, attrezzature e dispositivi finalizzati allo stesso scopo, tra cui veicoli opportunamente allestiti con fari ad alta intensità, cannoncini acustici e sirene. È inoltre presente un impianto di diffusione sonora centralizzato e sono impiegate, in caso di ulteriore necessità, torce laser e pistola lanciarazzi. Il tutto è gestito con un sistema informatico GPS per il tracciamento e l’analisi dei monitoraggi e rilevazioni effettuate".

Volo Ita Airways-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aereo urta stormo di uccelli: atterraggio di emergenza al Cristoforo Colombo

GenovaToday è in caricamento