rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

Addio a Vittorio De Scalzi, è morto il fondatore dei New Trolls

Cantante, compositore e polistrumentista genovese, aveva 72 anni

È morto a Roma, all'età di 72 anni, Vittorio De Scalzi, fondatore dei New Trolls, cantante, compositore e polistrumentista genovese. A dare il triste annuncio moglie e figli, Mara, Armanda e Alberto sulla pagina ufficiale, con un messaggio contenente citazioni di alcuni sui successi.

"Vittorio De Scalzi ci ha lasciato - si legge - ha raggiunto la sua Aldebaran. Grazie a tutti per l’amore che in tutti questi anni gli avete dimostrato. Continuate a cantare a squarciagola 'quella carezza della sera'; lui vi ascolterà".

Il mondo della musica piange Vittorio De Scalzi: "Maestro, ci mancherai"

Nato a Genova il 4 novembre 1949 da da padre ristoratore e madre pianista, Vittorio De De Scalzi si è avvicinato giovanissimo alla musica proprio grazie agli insegnamenti della madre, arrivando a suonare il pianoforte all'età di quattro anni. Negli anni sessanta ha fondato I Trolls insieme a Pino Scarpettini, nel 1967 terminata l'esperienza costituisce i New Trolls, gettando le basi per una proficua carriera: nello stesso anno la band apre i concerti della tournée italiana dei The Rolling Stones e suona in jam session con musicisti come Stevie Wonder.

All'interno del gruppo De Scalzi ha figurato come autore di molti brani di successo come Visioni, Una miniera e Quella carezza della sera. Ha anche collaborato con Fabrizio De André e il poeta Riccardo Mannerini ed è stato un grande tifoso della Sampdoria. Nel 1991, anno dello scudetto blucerchiato, ha pubblicato l'album 'Sampdoria-il grande cuore della sud' che contiene, tra le tracce musciale, l'iconica 'Lettera da Amsterdam'.

Toti: :"Passione, generosità e talento'

"Genova perde uno dei suoi musicisti più straordinari - afferma il presidente della Regione Giovanni Toti -. Addio a Vittorio De Scalzi, cantante e compositore genovese, fondatore dei New Trolls. Solo una settimana fa, la sua ultima esibizione a Sanremo. Passione, generosità e talento che la Liguria e tutto il Paese non dimenticheranno".

Cavo: "Sempre presente per promuovere la Liguria"

"La canzone italiana perde una voce e un riferimento e la Liguria un suo grande talento - aggiunge l'assessore alla Cultura Ilaria Cavo - che ha fatto un pezzo della nostra storia musicale e una figura attenta, sensibile, sempre disponibile. A ogni evento legato alla musica e alla promozione della sua Liguria ha sempre detto sì. Che si trattasse delle serate di Regione Liguria durante il Festival di Sanremo dove e' stato generoso testimonial (lui che sul palco dell'Ariston era salito ben sette volte nella sua carriera), o dell'apertura in anteprima della Casa dei Cantautori all'Abbazia di San Giuliano dove, in occasione della Festa della Musica di qualche anno fa, gli abbiamo chiesto di suonare e cantare insieme ai giovani cantautori emergenti: lo aveva fatto con grande disponibilità ed entusiasmo. Aveva tramesso passione ed energia a quei ragazzi, come in un passaggio di testimone. Non a caso, sempre all'interno del chiostro della Casa dei Cantautori, ha rilasciato la sua intervista per il docufilm 'La nuova scuola genovese' in cui cantautori e rapper dialogano insieme. 'Chiedersi perché Genova è la città dei cantautori e un po'come chiedersi perché i Beatles sono nati a Liverpool e il rock negli Stati Uniti', aveva detto. Fino all'ultimo - conclude - il suo grande amore per Genova, per la sua terra. La sua carezza a tutti noi".

Bucci: "Piangiamo un concittadino illustre"

È intervenuto con una nota anche il sindaco di Genova Marco Bucci: "Ci ha lasciato Vittorio De Scalzi, cantautore e artista straordinario che ha saputo regalare pezzi indimenticabili alla musica italiana. Oggi piangiamo un concittadino illustre radicato nella sua Genova e tra la sua gente. Alla famiglia le più sentite condoglianze a nome di tutta la città".

Il cordoglio della Sampdoria: "Ci ha regalato poesie in musica"

La società blucerchiata ha espresso il suo cordoglio: "Nella stagione di grazia 1990/91 incise, insieme con il fratello Aldo, l’album Il grande cuore della Sud, regalandoci poesie in musica come Forza Doria e, soprattutto, Lettera da Amsterdam. Alla moglie Mara, ai figli Armanda e Alberto, al fratello Aldo e a tutta la famiglia De Scalzi le più sentite condoglianze da parte del presidente Marco Lanna e della società".

La Federclubs: "Vero cuore blucerchiato"

Anche la Federclubs, in una nota, lo ha ricordato: "Le nostre più sentite condoglianze alla famiglia De Scalzi per la scomparsa di Vittorio, vero cuore blucerchiato. Oltre ad aver segnato in modo indelebile la musica italiana con i New Trolls, assieme al fratello Aldo ha ideato la colonna sonora dei nostri anni più belli.  Piangiamo un amico e un grande artista, sempre vicino al tifo organizzato".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Vittorio De Scalzi, è morto il fondatore dei New Trolls

GenovaToday è in caricamento