menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Medico obiettore, 19enne abbandonata in corsia durante l'aborto

Come da procedura, sabato, vigilia di Pasqua, una ragazza di 19 anni si è presentata all'ospedale per una visita di controllo dopo aver assunto il secondo farmaco previsto per l'interruzione di gravidanza. Ma l'unico medico era obiettore

L'ospedale, attraverso il primario di Ostetricia e Ginecologia, ha già provveduto a fare le scuse alla ragazza, impegnandosi a fare in modo che in futuro non si ripetano episodi del genere.

Ma quello che è capitato sabato scorso, vigilia di Pasqua, ha finito per rendere ancora più difficile da superare questo momento doloroso per una giovane di 19 anni. Quest'ultima si è presentata al reparto dell'ospedale San Martino per effettuare una visita di controllo dopo aver assunto il secondo farmaco utilizzato per l'interruzione di gravidanza.

Ma l'unico medico presente in quel momento era obiettore di coscienza per cui non disponibile a visitare la giovane. Il dottore ha informato il primario, ma questa comunicazione non ha sortito alcun effetto. Fatto sta che dopo ore di attesa in corsia, senza che nessuno le spiegasse cosa stava accadendo, la ragazza ha deciso di chiamare gli agenti.

Con l'arrivo della polizia la situazione si è sbloccata in breve: è stato trovato un medico disposto a visitare la 19enne, che intorno alle 19.30 ha potuto lasciare l'ospedale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento