rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Voltri / Via Don Giovanni Verità

«Stuprata da un camionista»: la denuncia di una disabile

Una donna disabile di 50 anni ha denunciato all'Ospedale di Villa Scassi di essere stata vittima di uno stupro in via Don Giovanni Verità, ma ci sono incongruenze nel racconto

Genova - Pesante denuncia ai danni di un camionista cinquantenne da parte di una coetanea disabile. La donna ha dichiarato all' Ospedale Villa Scassi di Sampierdarena di essere stata stuprata dall'uomo nella cabina del suo camion.

L'episodio sarebbe accaduto sabato 6 ottobre a Voltri, in via Don Giovanni Verità, ma l'uso del condizionale è d'obbligo viste le incongruenze tra i racconti della donna e del presunto stupratore. In primis la cinquantenne sostiene di aver conosciuto l'uomo poco prima in un supermercato di Voltri e poi di essersi appartata nel suo autoarticolato costretta a subire un rapporto sessuale.

Il camionista, dal canto suo, interrogato dalla polizia, si difende dicendo di aver conosciuto la disabile molti giorni prima e di aver concordato l'incontro da tempo e che il rapporto sessuale sarebbe stato consumato con la donna consenziente.

Dopo aver appurato clinicamente l'avvenuto rapporto sessuale, il resoconto è stato subito trasmesso dai medici di Villa Scassi alla polizia, che ha aperto immediatamente un'indagine denunciando l'uomo per violenza sessuale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Stuprata da un camionista»: la denuncia di una disabile

GenovaToday è in caricamento