menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alluvione 2011, Vincenzi in aula: «Non ero al Matitone»

La Vincenzi ha motivato la decisione di tenere aperte le scuole in mancanza di previsioni meteorologiche precise e di aver raggiunto il Coc non prima delle 16

Marta Vincenzi si è presentata questa mattina in tribunale per un'udienza del processo sull'alluvione del 4 novembre 2011, che la vede imputata per omicidio colposo, disastro colposo, falso e calunnia. Quel giorno morirono due bambine e quattro donne.

 

La Vincenzi ha motivato la decisione di tenere aperte le scuole in mancanza di previsioni meteorologiche precise. Poi ha fermamente sostenuto di non trovarsi al Matitone quando il Fereggiano esondò, ma al convegno Eurocities al Porto Antico, come confermato dal sindaco di Torino, Piero Fassino.

L'ex sindaco ha sostenuto di aver raggiunto la sede del Centro operativo comunale non prima delle 16, ma di aver rimosso molti particolari, appartenenti a quel pomeriggio.

Oltre all'ex sindaco, nel processo sono imputati l'ex assessore alla protezione civile, Francesco Scidone, e i dirigenti comunali Pierpaolo Cha, Gianfranco Delponte e Sandro Gambelli: sono accusati di omicidio colposo plurimo, disastro, falso (per i verbali taroccati) e calunnia. Per Gabutti l'accusa è unicamente di falso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento