Villa Serra, Piciocchi: «Il nostro spirito è una gestione a forte regia pubblica»

«Speriamo di essere pronti a presentare il nuovo modello di gestione prima delle feste di Natale». Ad dirlo è stato il vice sindaco Pietro Piciocchi

Nel corso della seduta del consiglio comunale di martedì 15 dicembre 2020 si è tornati a parlare di Villa Serra. Cristina Lodi (PD) e Gianni Crivello (Lista Crivello) hanno chiesto un aggiornamento sulla situazione del consorzio Villa Serra di Comago e sul suo futuro.

Per la giunta ha risposto l'assessore Pietro Piciocchi: «sulla questione di Villa Serra la Giunta si è già espressa, in quanto ci siamo interrogati sulla validità di questo modello consortile. Questo non è un problema economico ma, alla luce dell’evoluzione delle normative delle partecipate, il modello del consorzio è recessivo, quindi abbiamo bisogno di un sistema più dinamico, più moderno, in grado di valorizzare gli asset del bene».

«Il nostro spirito - ha chiarito il vice sindaco - non è cedere Villa Serra ai privati ma individuare un paradigma di gestione a forte regia pubblica. Abbiamo in atto una interlocuzione con gli altri due soci, i Comuni di Serra Riccò e Sant’Olcese, e speriamo di essere pronti a presentare il nuovo modello di gestione prima delle feste di Natale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • La Liguria torna in zona gialla, ma si attende il nuovo (e più severo) dpcm: cosa si sa

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

Torna su
GenovaToday è in caricamento