Volantini anti aborto all'ospedale Villa Scassi, è polemica

Alcuni volantini anti aborto con immagini forti sarebbero stati distribuiti all'interno dell'ospedale di Sampierdarena, nel reparto di ginecololgia

Alcuni volantini anti aborto, con immagini forti (che abbiamo deciso di non pubblicare tagliandole dall'immagine di copertina), sarebbero stati distribuiti all'interno dell'ospedale Villa Scassi di Sampierdarena, nel reparto di Ginecologia. La denuncia arriva da "Obiezione respinta", una piattaforma online dove vengono segnalati, con una mappa costantemente aggiornata, ospedali, consultori e farmacie dove viene praticata l'obiezione di coscienza e dove, invece è possibile trovare medici che siano di aiuto e supporto. 

Nei volantini, firmati dal Comitato No194, si punta il dito contro medici e infermieri abortisti, accusati di intascare soldi pubblici, un contributo di circa 5000 euro per ogni aborto praticato. Affermazioni che non sono piaciute al capogruppo di Rete a Sinistra in Regione Liguria Gianni Pastorino che in una nota ha scritto: «Siamo venuti a conoscenza di volantini con immagini scioccanti e inappropriate. Ancora più gravi le affermazioni secondo le quali i soldi pubblici spesi per ciascun aborto verrebbero "intascati da medici e infermieri abortisti". A nostro giudizio ci sono tutti gli estremi per chiedere l'intervento dell'autorità giudiziaria nei confronti di chi stampa e diffonde questi volantini».

Successivamente, attraverso una nota, Asl3 ha dichiarato di non aver autorizzato la distribuzione dei volantini e che nessun medico o infermiere, come noto, ottiene dei vantaggi economici dalla non obiezione, la professionalità e l'immagine del proprio personale verrà difesa nelle sedi adeguate. Inoltre ha difeso l'operato dell'ospedale Villa Scassi, che fornisce ai cittadini i servizi nel pieno rispetto delle norme. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Le orche non lasciano il porto: «Hanno perso peso». Si cerca il corpo del piccolo

Torna su
GenovaToday è in caricamento