rotate-mobile
Cronaca Pegli

Volontari cancellano la svastica comparsa a Villa Rosa: "Non c'è spazio per i rigurgiti nazifascisti"

Il Comitato Pegli Bene Comune: "Particolarmente significativa la presenza tra i volontari di una bambina di 10 anni, che fa ben sperare per il futuro. All'intervento ha partecipato anche una delegazione del circolo Anpi"

È stata immediatamente cancellata da alcuni volontari del Comitato Pegli Bene Comune la svastica che era stata disegnata sulla porta di un magazzino a Villa Rosa. 

"Come promesso - ha spiegato il comitato di cittadini del quartiere - un piccolo gruppo di nostri volontari ha cancellato la svastica e le altre ignobili scritte che qualcuno aveva disegnato sulla porta d'ingresso del nostro magazzino. Armati di raschietto e acquaragia, un gruppetto di giovani e meno giovani ha lavorato con olio di gomito per cancellare ogni traccia del passaggio dei "barbari" che, l'altro ieri, avevano danneggiato la porta d'ingresso del nostro magazzino. Particolarmente significativa la presenza tra i volontari di una bambina di 10 anni, che fa ben sperare per il futuro. All'intervento ha partecipato anche una delegazione del circolo Anpi sezione Mario e Nicolò Dagnino, che ringraziamo della preziosa collaborazione. A Pegli e in tutta la nostra comunità, nessuno spazio per i rigurgiti nazifascisti".

Il Comitato Pegli Bene Comune è da molti anni attivo nel ponente genovese, dove svolge interventi di pulizia del quartiere. Recentemente ha rimosso le scritte che deturpavano i muri del ponte di via Piandilucco, il belvedere "Padre Guglielmo Salvi", il lungomare, i giardini Catellani, il cippo in memoria dei caduti e il giardino della scuola Pascoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volontari cancellano la svastica comparsa a Villa Rosa: "Non c'è spazio per i rigurgiti nazifascisti"

GenovaToday è in caricamento