menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scippatore seriale nei vicoli, incastrato da un video

La polizia ha arrestato per il reato di furto con strappo un extracomunitario di origini marocchine Mohamed El Kaz, di 39 anni, già in carcere ad Alessandria per altri reati

La polizia ha arrestato per il reato di furto con strappo un extracomunitario di origini marocchine Mohamed El Kaz, di 39 anni, pluripregiudicato, clandestino e già destinatario di espulsione dal territorio dello Stato. Quest'ultimo è stato arrestato in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Genova a seguito di approfondite indagini condotte dalla Sezione Contrasto al crimine diffuso della Squadra Mobile.

A suscitare l'attenzione degli investigatori era stata la particolare concentrazione di scippi rilevata, nel periodo compreso tra la metà di marzo e la metà di aprile, in un'area ben delimitata del centro storico, circostante piazza San Matteo.

La minuziosa analisi delle immagini estrapolate dagli impianti di video sorveglianza, il contributo delle vittime, nonché l'ininterrotta predisposizione di servizi di appostamento e osservazione, hanno consentito di raccogliere a suo carico gravi elementi di responsabilità in relazione allo scippo commesso nella serata del 9 aprile scorso in vico Falamonica ai danni di un'anziana signora (guarda il video).

Nella circostanza lo straniero, a causa della particolare violenza esercitata nell'impossessarsi della borsa, aveva anche provocato la rovinosa caduta a terra della vittima, causandole la frattura di una spalla, con prognosi di 30 giorni.

L'esecuzione della misura detentiva è stata notificata presso il carcere di Alessandria, dove l'extracomunitario era ristretto dal 21 aprile scorso a seguito di un precedente arresto, operato dal medesimo personale della Sezione Contrasto al Crimine diffuso della Squadra Mobile, in esecuzione di altra ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Genova per il reato di furto con strappo continuato.

Tale provvedimento era stato assunto in relazione alla accertata commissione di altri tre scippi di borse, per modalità riconducibili alla medesima 'serie'. Le vittime, sempre anziane donne sorprese mentre passeggiavano, erano state rispettivamente scippate, il 31 marzo 2016 in salita dell'Arcivescovado, il 2 aprile 2016 in piazza della Maddalena e il 9 aprile 2016 in vico Libarna.

Nel corso della perquisizione locale operata presso il domicilio dello straniero, individuato in un'abitazione di Serravalle Scrivia è stato sequestrato un telefono cellulare provento di un ulteriore scippo commesso il 20 marzo 2016 in vico Monte di Pietà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento