Droga e documenti falsi, giovane scoperto grazie all'unità cinofila

Il 20enne di origini senegalesi, con precedenti di polizia, è stato denunciato per spaccio dalla polizia in vico di Untoria

Gli agenti del commissariato Prè, insieme al Reparto Prevenzione Crimine e con l'ausilio dell'unità cinofila, con il cane antidroga Costantin, hanno effettuato martedì 14 luglio 2020 un servizio straordinario di controllo del territorio nel cuore dei vicoli genovesi per contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Durante il servizio, nel percorrere vicolo Untoria, gli agenti hanno notato Costantin indirizzare il suo naso sensibile verso un ventenne che si trovava sull'uscio di casa sua. A quel punto gli agenti hanno deciso di sottoporre il giovane a controllo, trovandolo in possesso di 1.626 euro, suddivisi in banconote di piccolo taglio, e di diversi documenti, carte d'identità, passaporti e codici fiscali appartenenti a persone diverse di cui il 20enne non è riuscito a dare spiegazioni.

Nel corso dell'operazione Costantin ha continuato a manifestare segnali di presenza di droghe proprio dentro l'appartamento del giovane, consentendo ai poliziotti di trovare nascosto nel controsoffitto un involucro contenente 0,80 grammi di marijuana e 6 grammi di hashish. Il 20enne di origini senegalesi, con precedenti di polizia, è stato denunciato per spaccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • La Liguria torna in zona gialla, ma si attende il nuovo (e più severo) dpcm: cosa si sa

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

Torna su
GenovaToday è in caricamento