rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca

Addio Vialli, il ricordo degli ex compagni: "Uomo straordinario"

I funerali si terranno a Londra in forma privata mentre la Figc ha deciso di ricordare il bomber dello scudetto della Sampdoria con un minuto di raccoglimento, il presidente blucerchiato Lanna ha proposto un torneo in sua memoria

Ex compagni e avversari hanno nelle ultime ore ricordato Gianluca Vialli, l'attaccante dello scudetto della Sampdoria è morto all'età di 58 anni dopo cinque anni di lotta contro un tumore al pancreas. I funerali si svolgeranno probabilmente lunedì a Londra, dove è morto l'ex giocatore e dove risiedeva, e in forma strettamente privata. La Figc ha deciso di ricordarlo con un minuto di raccoglimento da osservare prima di tutte le gare dei campionati di calcio in programma nel fine settimana.

Addio Vialli: in prima serata su Rai 2 il docufilm sulla Samp dello scudetto

La Regione nella giornata di venerdì 6 gennaio ha proiettato un video di 40 secondi sulla facciata del palazzo di Piazza De Ferrari per rendere omaggio al campione, tanti genovesi si sono radunati spontaneamente in piazza, tra questi anche Giuseppe Dossena, suo ex compagno di squadra nella Samp che vinse lo scudetto del 1991, che l'ha ricordato: "Non è stato difficile volergli bene, ci sono rimasti i ricordi e ce li porteremo dentro. Gianluca era un generoso, chi si trova in quelle condizioni ha due modi di reagire: lasciarsi andare o fare come lui, ma non voglio ricordarlo solo per il suo coraggio, ne ha avuto tanto, anche solo a venire qui tre settimane fa nelle condizioni in cui era, si vedeva che stava male e tutti quanti avevamo capito che era il suo modo di salutarci in maniera discreta, il suo atteggiamento dentro e fuori dal campo deve essere un esempio per tutti".

In piazza De Ferrari anche Enrico Nicolini, ex giocatore della Samp: "Non abbiamo giocato insieme, ma contro. Vestendo però la casacca della squadra del mio cuore siamo diventati grandi amici. Gli hanno voluto bene i sampdoriani ma anche tutti gli sportivi d'Italia. Era una gran bella persona oltre che un grande giocatore. Ci lascia un uomo che ha lottato fino alla fine per rimanere con i suoi amici, la sua famiglia e i suoi amori, ma ha affrontato un avversario imbattibile"

Marco Lanna, ex compagno e attuale presidente della Sampdoria ha invece lanciato un'idea ai microfoni di Sky: "Mi piacerebbe organizzare un quadrangolare con Sampdoria, Chelsea, Cremonese, e Juventus. Un trofeo Luca Vialli il cui ricavato andrebbe in beneficenza. In questo lui era un maestro, vorrei che diventasse qualcosa di indelebile. Vedremo anche in città qualche altra iniziativa". E poi il ricordo: "La Samp l'aveva sempre nel cuore, mi chiamava per sapere come andavano le cose, le varie dinamiche interne. È sempre stato molto legato a questo club. Mancherà a tanti. E mancherà tanto anche a me. Era un guerriero, un combattente, un grande trascinatore. Lascerà un vuoto veramente grande".

E poi Pietro Vierchowod a SportPiacenza: "Non mi sembra vero, con Luca abbiamo condiviso momenti indimenticabili, eravamo legati da un’amicizia sincera e profonda, nata alla Samp e poi proseguita alla Juventus e in Nazionale. Con gli anni si cambia, si percorrono strade diverse, ma i sentimenti restano e con Vialli è stata amicizia vera. E lui era proprio una bella persona".

Infine Attilio Lombardo ai microfoni dell'Ansa: "Gianluca era sempre disponibile, era un uomo forte. Perdo un fratello in un giorno particolare, quello del mio 57esimo. È un compleanno tristissimo. Era un uomo straordinario era sempre avanti a tutti, vedeva. È stato illuminante anche nella malattia, ha dato esempio. Ha dato speranza ai malati, ha fatto vedere che si può lottare contro il male. In questo caso non c'entrava la stoffa del campione. Ha vestito i panni dell'uomo tenace e coraggioso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio Vialli, il ricordo degli ex compagni: "Uomo straordinario"

GenovaToday è in caricamento