Viadotto Bisagno, il consiglio comunale chiede chiarezza sugli interventi

Ottenuto anche l'impegno del sindaco e della giunta a coinvolgere tutti gli organi competenti quali governo, Regione ed Autostrade per l'Italia con l'obiettivo di creare un tavolo tecnico nel quale individuare soluzioni definitive e plausibili

L'ultimo consiglio comunale del 2019 è iniziato alle ore 10 di lunedì 23 dicembre 2019: con 36 consiglieri presenti all'appello la seduta è risultata valida.

Prima della trattazione dell'ordine del giorno, il presidente Piana ha dato lettura di tre ordini del giorno 'fuori sacco'. Il primo è analogo a un altro documento, respinto l'1 ottobre, ovvero la revoca delle concessioni ad Autostrade: anche questa volta l'ordine del giorno è stato respinto.

Approvate all'unanimità gli altri due ordini del giorno. Il secondo, in considerazione della situazione di grave preoccupazione dei cittadini che abitano i prossimità del viadotto Bisagno e di altri viadotti ubicati nel territorio del Comune di Genova, chiede l'impegno del sindaco e della giunta a coinvolgere tutti gli organi competenti quali governo, Regione ed Autostrade per l'Italia con l'obiettivo di creare, in prima istanza, un tavolo tecnico nel quale individuare soluzioni definitive e plausibili circa l'emergenza e la messa in sicurezza del territorio e dei suoi cittadini residenti in prossimità dei viadotti.

E il terzo, considerati i poteri attribuiti al sindaco dall'articolo 54 del Tuel (Testo unico degli enti locali), impegna a richiedere periodicamente attraverso la direzione della Protezione Civile de Comune, ad Aspi e ai competenti uffici del Mit, lo stato di avanzamento degli interventi di ripristino conservativo già effettuati e da effettuare, nonché a sollecitare la più celere e puntuale realizzazione delle misure di sicurezza, affinchè non avvengano più cadute di attrezzi o materiali dai cantieri che operano sul viadotto Bisagno e venga garantita la piena sicurezza di persone e/o cose, informando il consiglio comunale in merito alle notizie pervenute e ad eventuali azioni che si intenderanno intraprendere in conseguenza alle stesse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • La Liguria torna in zona gialla, ma si attende il nuovo (e più severo) dpcm: cosa si sa

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

Torna su
GenovaToday è in caricamento