menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragedia in via Piacenza: uccide la moglie e si getta dal balcone

Il ritrovamento domenica mattina. L'uomo, un 84enne, avrebbe tolto la vita alla compagna, di 80 anni, per poi buttarsi nel cavedio del palazzo

Tragedia in via Piacenza a Genova, in Valbisagno, nella mattinata di domenica 16 febbraio. Un uomo di 84 anni, Piero Maroli, ha ucciso la moglie, Rosa Sanscritto, 80 anni, e si è poi gettato dal balcone precipitando nel cavedio e morendo sul colpo.

A dare l'allarme intorno alle 10 i vicini, che hanno notato il corpo senza vita dell'uomo e hanno chiamato i soccorsi. I primi carabinieri arrivati sul posto hanno trovato il cadavere della donna in cucina e un biglietto in cui l'anziano ha confessato la sua depressione e i suoi problemi di salute, ringraziando la moglie per la lunga vita insieme e scusandosi per il gesto estremo. 

Sul posto sono presenti gli esperti della Sezione Investigazioni Scientifiche per i rilievi. Stando a quanto riferito dai vicini di casa non si sarebbero mai verificati episodi di violenza all'interno della coppia, che non aveva figli. 

Ancora non è chiaro quando abbia ucciso la moglie: l'ipotesi più probabile è che tutto sia avvenuto domenica mattina, mentre la donna si trovava al lavandino a lavare i piatti della colazione. Il marito l'avrebbe sorpresa alle spalle e colpita alla testa diverse volte con una mazzetta da muratore, che è stata trovata in casa, sporca di sangue, e repertata. Poi l'uomo si è diretto verso il balcone, è salito su una sedia e si è gettato nel vuoto.

Si tratta dell'ennesimo caso di femminicidio a Genova in pochi mesi. A fine gennaio a Certosa un uomo di 88 anni ha ucciso la moglie, gravemente malata, cercando poi di uccidersi gettandosi dalla finestra. Salvato, è stato poi arrestato ed è morto in ospedale meno di due settimane dopo. Lo scorso 31 gennaio un uomo di 53 anni ha ucciso a coltellate la moglie di 42 in un appartamento di via Terpi, sulla strada che porta a Sant'Eusebio, accoltellandosi poi a sua volta allo stomaco. Anche lui è stato salvato, portato in ospedale e poi arrestato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento