menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vicina detective "incastra" cinque studenti: avevano rubato la targa di via Casaregis

Cinque giovani residenti in corso Buenos Aires sono finiti nei guai per aver appeso su un muro di casa una targa toponomastica in metallo di proprietà del Comune di Genova

Cinque giovani studenti, residenti in corso Buenos Aires, sono finiti nei guai per aver appeso su un muro di casa una targa toponomastica in metallo, indicante via Giuseppe Casaregis, di proprietà del Comune di Genova e scomparsa da qualche giorno. Una vicina di casa dei giovani ha notato la targa dalla propria finestra e ha deciso di contattare la Polizia Municipale. 

Sul posto sono intervenuti gli agenti del reparto giudiziaria ma, nonostante ripetute ed insistite richieste di aprire la porta di casa nessuno ha aperto. Contemporaneamente un agente, rimasto di vigilanza nell'appartamento della signora che aveva segnalato la stranezza, ha notato che il cartello toponomastico veniva staccato dal muro da una persona di cui si poteva vedere solo la mano che prendeva il cartello stesso. Dopo alcuni minuti, visto l'insistenza degli operatori e forse convinti di aver occultato adeguatamente il cartello, un giovane, risultato poi di nazionalità spagnola, ha aperto la porta di casa.

All'interno si trovavano altre quattro persone (due ragazzi e due ragazze) tutti di nazionalità spagnola. Alla richiesta del cartello, dopo una prima titubanza, il giovane spontaneamente ha consegnato la targa. I cinque giovani sono stati accompagnati presso la locale Questura e sono risultati tutti incensurati. Del fatto è stata informata l'autorità giudiziaria per accertare le responsabilità dei giovani per i reati di ricettazione e danneggiamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento